Romina Davì firma le nozze siculo-francesi di Maria e Thibaud

Romina Davì

L’incantevole terrazza sul mare del Castello Lanza Branciforte di Trabia, in provincia di Palermo;  i colori dell’autunno e un generoso sole che ha scaldato il cuore. La Wedding Planner Romina Davì ha firmato il matrimonio di Maria e Thibaud che si è svolto nello scorso mese di ottobre. Il tema scelto dagli sposi per questa giornata così speciale è l’autunno con tutti i suoi colori: caldi, pieni e suggestivi. 


Maria è palermitana. Thibaud invece è francese. Vivono ad Oslo ma hanno scelto la provincia palermitana come location da sogno per le loro nozze. Per l’organizzazione dell’evento, si sono affidati alle sapienti mani della Wedding Planner Romina Davì che ha fatto dei loro sogni romantici, un giorno tutto da vivere.

La parola d’ordine è “ricercatezza“. Ogni dettaglio è stato curato nei minimi dettagli. A partire dalle partecipazioni, progettate ed elaborate insieme all’azienda Fairy. I disegni che riprendono lo stile degli acquerelli, sono molto delicati e ripercorrono le tappe della storia d’amore di Maria e Thibaud che ha “toccato”diverse città del mondo.

Romina Davì

Romina Davì, i colori dell’autunno per un matrimonio da favola

Il giallo, l’oro, l’arancione ed il verde profondo. Erano dei colori dell’autunno gli elementi decorativi pensati dalla Wedding Planner Romina Davì per le nozze di Maria e Thibaud. Negli allestimenti floreali non mancavano le profumate foglie d’acacia, i melograni, e i ricci di castagna.

Ogni stagione ha la sua bellezza ed è stato bello esaltare l’autunno con tutte le sue suggestioni e sfumature – racconta Romina Davì- anche se a far da protagonista è stato il mare di Trabia. Gli ospiti provenienti da tutto il mondo per questo evento, infatti, hanno potuto goderne dagli spazi esterni del Castello“.

Romina Davì
Romina Davì
Romina Davì
Romina Davì

Menù di nozze, la Sicilia si “sposa” con la Francia anche a tavola

Anche se il matrimonio si è svolto a Trabia – racconta la Wedding Planner Romina Davì – gli sposi non hanno voluto rinunciare ad elementi che rimandassero alle tradizioni e alla cucina francese. Nel menù abbiamo inserito infatti una degustazione di formaggi tipica di questo paese“.

A tavola, tra Sicilia e Francia, a vincere è comunque l‘eleganza.  La mise en place scelta per i tavoli imperiali è semplice ma d’effetto. Dai tovagliati candidi fanno capolino dei runner floreali con elementi decisamente autunnali.

Doppio anche il segnaposto. A rappresentare la Sicilia c’è una “coffa“, la tradizionale borsa siciliana realizzata con paglia intrecciata mentre a rendere tutto più dolce non potevano mancare delle caramelle francesi.

Romina Davì
Romina Davì
Romina Davì

Rito civile, il momento del “sì” in un acquerello 

A suggellare il romantico ed emozionante momento del “sì” di Maria e Thibaud ci ha pensato il pittore e designer Angelo Corrao che durante la cerimonia ha dipinto con la tecnica degli acquerelli il momento in cui gli sposi si sono scambiati le promesse e gli anelli. Il quadro realizzato in estemporanea è stato donato ai novelli sposi che lo espongono orgogliosamente nella loro nuova casa.

Una cerimonia molto toccante quella che si è svolta sulle terrazze del Castello Lanza Branciforte di Trabia. Gli sposi si sono scambiati le promesse nella lingua madre dell’altro. A Thibaud è toccato imparare l’italiano mentre Maria ha fatto un discorso in francese. Grande il sostegno di amici e parenti che durante la cerimonia hanno dato il loro contributo con le testimonianze dirette della loro storia d’amore.

Romina Davì
Romina Davì
Romina Davi
Romina Davì
Romina Davì
Romina Davì

COSA ASPETTI? PER SAPERNE DI PIU’ SUI SERVIZI OFFERTI DALLA WEDDING PLANNER ROMINA DAVI’ VISITA IL SITO INTERNET

 

 

CREDITS

Wedding Planner & design: Romina Davì

Fiori: Riccardo Cortegiani

Foto: Fedele Amato

Partecipazioni: Fairy

Location: Castello Lanza Branciforte di Trabia (PA)

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares