Un amore Barocco, il sì di Fabrizia e Luigi porta la firma di Maria Macchiarella

Non poteva essere null’altro che il Barocco siciliano il leitmotiv delle nozze di Fabrizia Marchi e Luigi Focanti. Uno stile prezioso e vibrante proprio come loro, creativi per Dna.

Lei, da quindici anni al lavoro tra Roma e Milano, è il direttore generale della sede capitolina di Tbwa Italia. Lui, italiano per nome ma con una vita a cavallo tra il Sud America, dove è cresciuto, e gli Stati Uniti, dove si è formato professionalmente, è socio fondatore e direttore creativo esecutivo di 6.14 Creative licensing, boutique creativa milanese specializzata in graphic e industrial design per brand come Campari e San Carlo.

© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography

Fabrizia e Luigi si sono detti «Sì» il 17 settembre 2016 a Scicli, nel cuore della Sicilia più antica e Barocca. E lo hanno fatto nel corso di un lungo weekend che ha portato nell’Isola i loro 120 invitati arrivati da tutta Italia, ma anche da Londra, San Francisco, Caracas e Ginevra.

© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography

«I festeggiamenti sono cominciati il giorno prima, venerdì, con un grande party bordo piscina – racconta la wedding planner Maria Macchiarella (www.mariamacchiarella.com) -.  Delle meravigliose collane con una testa di Moro in ceramica sciclitana, realizzate a mano dalla stilista Marzia Di Gaetano (Ma.Dì Creazioni, ndr), sono state donate a tutte le ospiti donne». Teste di Moro che sono ritornate negli allestimenti, come nelle bomboniere.

© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography

L’indomani, sabato dunque, il «D-Day». La celebrazione è avvenuta nella Chiesa di San Giovanni, dove Fabrizia è arrivata a bordo di un Ape Calesse insieme al cognato Lorenzo Cefis (Ceo, executive producer e partner di «Filmmaster Productions», importante casa di produzione cinematografica milanese), che l’ha anche accompagnata all’altare, e alla nipotina. La sorella gemella, Francesca, le ha fatto da testimone. Luigi, lo sposo, è stato invece accompagnato dalle tre figlie che per l’occasione hanno indossato delle coroncine di limoni. Tra i loro ospiti, pure Jean Jacques Dubau, Ceo di Campari America, e Marco Fanfani, Ceo di Tbwa.

© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography
© Adriana Tedeschi Photography

«Impiegando alberi di limoni, fichi d’India e melograni, abbiamo ricreato la vegetazione siciliana antica – conclude Maria Macchiarella -, grazie anche alla collaborazione di Andrea Brazzoli de “I Giardini di Giava”». Dopo la chiesa, poi, un aperitivo benefico a Palazzo Bonelli; e, a seguire, il ricevimento nella storica «Villa Gisana» a Modica. Il menù, invece, è stato affidato allo chef ragusano Salvatore Guarino. Dulcis in fundo la musica degli Ottoni Animati. Siciliana anche quella, naturalmente.

Notizie correlate

Un amore che sa di «infinito», il sì di Federica e... Infinito, come il loro amore. Come l'8, il giorno in cui si sono detti "Sì". È con questo simbolo, un tratto grafico senza interruzione, che Federica ...
Nozze in rosa, Angela Giarratana realizza il sogno... Un fiore come forma terrena della loro unione. E non uno a caso, ma quello che serve a dire «Grazie, di amarmi». Tra delicate orchidee, in un leggero ...
Belief Awards: ecco i matrimoni più belli! Sono 12 i matrimoni vincitori della terza edizione dei "Belief Awards", un concorso che premia i migliori matrimoni organizzati da "top" wedding plann...
Le nozze di Francesca e Fabio in vigneto: regia di... Il lieve vento di fine estate e l'aria frizzante dei primi giorni di settembre si rincorrono tra le foglie del vigneto pronto ad accogliere il loro am...

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
by
Previous Post Next Post
0 shares