L’eleganza del «nero» a Sanremo 2017: i look della prima serata

Il palco dell’Ariston si conferma anche quest’anno il red carpet di tanti stilisti. I cantanti in gara sfilano sulla passerella della puntata inaugurale della 67esima edizione del Festival di Sanremo e, immancabili, arrivano le pagelle sul look sfoggiato dai protagonisti della kermesse canora più famosa d’Italia.

Ma chi ha indossato cosa? Il nero si conferma il colore principe della prima serata. Nero e ancora nero. Qualche tocco di bianco qua e là. E una spruzzatina di rosso. Così, li abbiamo visti ieri sera, da Maria De Filippi alle cantanti in gara e agli ospiti, cavalcare la passerella prima di immergersi nella competizione. La co-conduzione di Carlo Conti e Maria De Filippi è equilibrata, come lo sono i look dei due padroni di casa. Con il suo smoking in velluto nero di Salvatore Ferragamo, Carlo Conti non sbaglia e si presenta in tutta la sua eleganza. E non tradisce la camicia bianca. Un usato sicuro, quello di Conti. Sarà scaramanzia? In total black, anche la vera regina della serata, Maria De Filippi, per la prima volta in lungo, sale sul palco di Sanremo con un abito nero dallo scollo a V di Givenchy by Riccardo Tisci ricoperto di cristalli tono su tono. Bellissimo il vestito, che lascia trasparire le gambe e perfetto il risultato finale.

Carlo Conti in Salvatore Ferragamo - Ph. LaPresse
Maria De Filippi in Givenchy by Riccardo Tisci - Ph. Ipa
Maria De Filippi in GivenchY by Riccardo Tisci - Ph. LaPresse

Rispetto ai classici quattro cambi d’abito per serata, la De Filippi, ne sceglie solo due e, dopo l’abito nero lungo, ne indossa uno più corto, bianco, stile Charleston, dove a dominare è il vedo-non vedo e una pioggia di frange di cristalli. En plein per la presentatrice! Accanto a lei, un’elegante Fiorella Mannoia, che sale sul palco dell’Ariston con un tailleur nero giacca e pantalone firmato Antonio Grimaldi. Essenziale, pura, asciutta. Lei, la sua immagine, come sempre, impeccabile. Una certezza per tutti noi.

Fiorella Mannoia in Antonio Grimaldi - Ph. LaPresse
Rocio Munoz Morales in Francesco Scognamiglio - Ph. LaPresse

Ancora più bella – sempre che ciò sia possibile – la fidanzata di Raul Bova, Rocío Muñoz Morales, che sfoggia il look più luminoso del festival. Indossa, infatti, un abito della collezione couture primavera-estate che la maison Francesco Scognamiglio ha recentemente presentato alla Haute Couture Fashion Week parigina.

Paqola Cortellesi in Giorgio Armani e Antonio Albanese - Ph. LaPresse
Elodie in Etro - ph. Ipa

Rigorosamente in nero, anche, la simpatica e brava Paola Cortellesi, in un impeccabile e sobrio abito lungo Giorgio Armani. What else? Più coraggiosa, ma comunque azzeccata, la scelta di Elodie di rinunciare al total black e di optare per un tocco etnico, con una bella scollatura che le evidenzia le spalle. Un buon inizio, firmato Etro, per l’ex “Amica” di Maria.

Carmen Consoli in Philosophy di Lorenzo Serafini - Ph. LaPresse
Lodovica Comello in Vivetta - Ph. LaPresse

Assieme a dei look decisamente ben riusciti ci sono, però, tanti scivoloni di stile. A cominciare, da Carmen Consoli in abito romantico a pois di Pholosophy by Lorenzo Serafini. Un’ottima scelta, ma che forse non dona proprio tanto alla cantante che passa da un amore di plastica a un abito di seta… Rimandata a settembre, la giovanissima Lodovica Comello, alias Violetta per Disney, che indossa un long dress in tulle e cady, adornato di romantici ricami cuciti a mano che ritraggono fiori, farfalle e le inconfondibili mani, segno distintivo della stilista Vivetta. Sono, però, proprio queste mani a non convincere abbastanza.

Giusy Ferreri - Ph. LaPresse
Diletta Leotta in Alberta Ferretti - Ph. LaPresse
Valentina Diouf in Mario Dice

Labbra rosse, rossetti e smalti per Giusy Ferreri, che stupisce ma non convince, con un completo con pantalone a zampa e gilet con revers Elisabetta Franchi, che fa molto anni ’90. Per non parlare della bella conduttrice sportiva Diletta Leotta, in Alberta Ferretti, che sul red carpet sembra sul punto di esplodere con una gonna un tantino stretta sul punto vita! Si commenta da sola Valentina Diouf in Mario Dice. La pallavolista abbina una chioma blu ad un abito con lucenti fiori rossi cuciti. Ma l’azzardato accostamento non convince molto.

Alessio Bernabei - Ph. LaPresse
Albano - Ph. LaPresse
Fabrizio Moro - Ph. Ipa

E del look dei protagonisti uomini ne vogliamo parlare? Un tocco di lucentezza per i tre cantanti che hanno scelto di “brillare” sul palco dell’Ariston. Alessio Bernabei (senza calzini) dice addio ai look rock e sceglie uno smoking dal taglio moderno, con strisce trasversali luccicanti sulla giacca. Un stile che non convince fino in fondo. L’evergreen Albano in abito scuro satinato Carlo Pignatelli e Fabrizio Moro in camicia e giacca Cruciani.

Ermal Meta in Jhon Varvatos - Ph. LaPresse
Clementino in Marcelo Burlon - Ph. LaPresse
Tiziano Ferro - Ph. LaPresse

I più sportivi sul palco dell’Ariston? Non troppo distanti dallo stile di “tutti i giorni”, Ermal Meta e Clementino. Il primo indossa un completo blu rendendolo più rock con una T-shirt bianca sotto l’abito. Il rapper napoletano, invece, si presenta in total black sì, di Marcelo Burlon, ma in perfetta coerenza con il proprio stile. Elegantissimo, Tiziano Ferro sceglie il total black per la sua apparizione sul palco con tanto di cravatta e camicia bianca; Ron lascia perdere la cravatta e sceglie diverse nuance di verde petrolio (e texture), mentre Samuel azzarda – per non rinunciare alla sua anima ribelle – con una giacca con rever bianco a contrasto, abbinata a dei jeans skinny, il dettaglio del cappello non guasta. E poi c’è Ricky Martin. Lui ha tutto: sorriso, energia, originalità. Con giacca dai decori geometrici a contrasto, decisamente promosso.

Ron - Ph. LaPresse
Samuel - Ph. LaPresse
Ricky Martin - Ph. LaPresse

Senza infamia e senza lode, senza dubbio, elegante nel suo completo da sera firmato Giorgio Armani, Raul Bova sfoggia il solito smoking, ma come lo porta lui, nessuno mai. Attendiamo adesso i look delle altre serate, esibizione dopo esibizione, perché si sa, la voce e l’interpretazione sono importanti, ma l’occhio di certo vuole la sua parte!

Notizie correlate

Estate 2016: il trionfo delle stampe tropicali Il mood dell’estate è esotico più che mai, grazie a una moda che profuma di seduzione e di fiori freschi sapientemente indossati. Un tramonto romantic...
Franzoni presenta i collant per l'Autunno/Inv... Le fantasie giocano sulle geometrie e sulle textures, per conferire alla donna stile più deciso e dare al suo outfit un carattere assolutamente determ...
Franzoni presenta i collant per l’Autunno/In... Le fantasie giocano sulle geometrie e sulle textures, per conferire alla donna stile più deciso e dare al suo outfit un carattere assolutamente determ...
Nicole presenta la Sposa 2017: tutte le foto in di... Direttamente da Venezia, la collezione sposa 2017 di Alessandra Rinaudo e del suo Nicole Fashion Group!Guardate la photogallery con tutti i modell...

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
by
Previous Post Next Post
0 shares