Signore Academy, torna il contest che premia il miglior designer emergente

Per tre giorni, 5 talenti emergenti nel mondo della Moda lavoreranno all’interno di Maison Signore. Per uno di loro, poi, uno stage retribuito di sei mesi in azienda

Dal 7 al 9 marzo, a Caserta, Maison Signore apre le porte della sua sede principale agli studenti delle Accademie di Moda: torna, infatti, per la seconda edizione, “The young designers bridal awards”, il contest ideato e realizzato da Signore Academy.

Un evento “dedicato ai giovani ed al loro futuro – spiegano dall’azienda – ed un’opportunità di conoscenza verso nuove figure professionali e percorsi da intraprendere con impegno, coraggio e amore verso le proprie passioni“.

Messaggio pubblicitario

Signore Academy chiama a raccolta i giovani designer

Si tratta, infatti, di una call per i giovani creativi che vogliono mettersi in gioco provando ad interpretare e a trasformare in bozzetti i valori e i segreti di Maison Signore. Parteciperanno cinque candidati provenienti da tre accademie: Accademia della Moda di Napoli, Accademia delle Belle Arti di Napoli e lo IED di Roma, selezionati da queste ultime tra i migliori studenti dei loro corsi specialistici.

L’iniziativa nasce dallo spirito e dalla mission della Signore Academy – sottolineano i vertici di Maison Signore –, che é forte del legame con il territorio, con le tradizioni e la riscoperta del grande lascito di possibilità artigianali che arricchiscono di dettagli e pregio le creazioni della Maison; ma anche degli studi avanguardistici su cui punta per veicolare al meglio la bellezza che vuol rappresentare“. 

Signore Academy

Si disegna l’abito da sposa Maison Signore

L’obiettivo, dunque, è di valorizzare e promuovere i talenti emergenti del mondo della moda, dando loro una possibilità di confronto, formazione, crescita professionale e visibilità; offrendo il supporto necessario per il lancio e lo sviluppo della propria creatività e per i loro inserimento nel mondo del lavoro.

Così, per tre giorni, i designer selezionati potranno vivere all’interno degli spazi di Maison Signore, approfittando della possibilità di interfacciarsi con il team creativo e gli operatori del settore e di mettersi alla prova, disegnando bozzetti ispirati da diversi temi suggeriti.

Signore Academy

Contest Maison Signore: stage di sei mesi per il vincitore

I partecipanti verranno accolti per un breve briefing dai rappresentanti delle loro accademie, dalla responsabile ufficio stile di Maison Signore, Vittoria Foraboschi; e da Paola Pizzo, direttore responsabile di Sposi Magazine.

Il vincitore, scelto dallo stesso ufficio stile della Maison sulla base del lavoro creativo che avrà prodotto durante il contest, avrà la possibilità di vivere un’esperienza di stage retribuito della durata di sei mesi all’interno dell’azienda, collaborando con l’ufficio stile e lavorando a stretto contatto con i vari reparti, seguendo così tutte le fasi della produzione di una collezione.<

Inoltre, il designer selezionato avrà l’occasione unica di poter essere guidato nello sviluppo e nella realizzazione di un abito che potrà entrare a far parte della collezione ufficiale di Maison Signore.</p>

Signore Academy

L’azienda diretta da Gino Signore, che affonda le radici della propria storia già nella Caserta di 40 anni fa, è espressione e promotrice di cultura. E, appunto, sia la Signore Academy che il contest ne sono un esempio: “Oggi, un’azienda, per essere asse portante di un’economia nuova, deve essere un’azienda culturale, motore di ogni cambiamento, avere un fine che vada oltre il mero riscontro pratico e diretto. Deve generare e preparare il cambiamento“, sottolinea il direttore generale Geri Natale.

Signore Academy

Maison Signore protagonista al Si Sposaitalia di Milano

Maison Signore sarà tra i maggiori protagonisti di Si Sposaitalia Collezioni, la Settimana della Moda Sposa di Milano, in programma dal 6 al 9 aprile, di cui la direttrice Simona Greco ci svela tutte le novità in un’intervista rilasciata a Sposi Magazine.

L’obiettivo aziendale, infatti, è “essere rappresentante indiscusso di un Made in Italy fatto di innovazione e tradizione, di lusso e ricercatezza – dichiara Gino Signore -,<em< span=””>> spingendo al massimo sul pregio della fattura e dei materiali e su un lavoro accurato di un ben strutturato ufficio stile, di ricerca e studio, sperimentazione ed intuizione, ma soprattutto empatia per i desideri di ogni futura sposa”. </em<>

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Abiti da sposa Bellantuono 2018, la collezione romantica ispirata all’Art Nouveau
Signore Academy, torna il contest che premia il miglior designer emergente

Sposi Magazine

Gratis per te!

Compila il modulo e
scarica la tua copia
!