Wedding Industry Meeting, in Toscana si incontrano oltre 100 operatori del Matrimonio

Appuntamento martedì 17, a Villa Corsini a Mezzomonte, con Wedding Industry Meeting. Con un totale di 8.085 matrimoni di stranieri in Italia e un fatturato di oltre 440,8 milioni di euro, l’obiettivo è di rendere la Toscana competitiva di fronte alle altre destinazioni internazionali.


Con un totale di 8.085 matrimoni di stranieri in Italia e un fatturato di oltre 440,8 milioni di euro, il Destination Wedding conferma il suo essere un importante segmento di mercato su cui puntare: al punto che martedì 17, negli spazi di Villa Corsini a Mezzomonte, a Firenze, i riflettori si accenderanno su “Wedding Industry Meeting“.

Messaggio pubblicitario

Un evento dal format esclusivo che arriva a due anni esatti dal Destination Wedding Planners Congress by QNA International e che si pone come obiettivo di raccontare lo stato dell’arte dell’industria dei matrimoni in Toscana. L’esigenza oggi, infatti, è di racchiudere in un unico sistema il mercato frammentato dei matrimoni.

Wedding_Industry_Meeting

Wedding Industry Meeting, l’obiettivo: “Rendere la Toscana competitiva”

«A due anni dallo straordinario successo del Destination Wedding Planners Congress di Firenze, sono felice che il Destination Florence Convention & Visitors Bureau abbia accettato di organizzare con noi un nuovo format di evento di settore, il Wedding Industry Meeting», esordisce Tommaso Corsini, Ceo di Corsini.Events Group e Event e Production Partner di WIM 2018.

Oltre 100 aziende Toscane di settore, tra cui società di servizi, catene alberghiere, Locations e wedding planners, si troveranno per discutere di strategie commerciali della destinazione e dei singoli attori.

«La finalità dell’evento è di creare maggiore consapevolezza tra gli imprenditori e le istituzioni delle regole e dei meccanismi dell’industria del Wedding – continua -. Siamo molto soddisfatti anche della risposta delle istituzioni e degli enti aggregativi del territorio toscano, i quali sempre di più si stanno rendendo conto della qualità del turismo che questo settore porta nella regione», sottolinea Corsini.

Wedding Industry Meeting

Destination Wedding in Toscana, Corsini: “Imprenditori e istituzioni più consapevoli”

Corsini.Events, società ideatrice di Wedding Industry Meeting, in quest’occasione sarà supportata dall’Host Destination Partner Tuscany for Weddings, business unit di Destination Florence Convention and Visitors Bureau, divisione nata nel 2015 in partnership con Toscana Promozione Turistica.

«Fin da subito è stata compresa l’importanza dell’evento – aggiunge Carlotta Ferrari, direttrice del Destination Florence Convention and Visitors Bureu -. Gli operatori locali hanno manifestato l’interesse non appena sono stati messi in vendita i desk espositivi e allo stesso modo i Wedding Planner hanno apprezzato questo nuovo format completamente made in Tuscany».

Wedding Industry Meeting

WIM 2018, l’evento a Villa Corsini: ecco il programma

Il programma di Wedding Industry Meeting 2018, che si terrà a Villa Corsini (uno tra i luoghi più belli d’Italia), è diviso in due parti:

  • nel primo pomeriggio l’evento è interamente dedicato agli appuntamenti b2b tra operatori locali e wedding planner nazionali;
  • dalle 17.00 inizierà la seconda parte, nella quale è prevista una conferenza con panel discussion tra i professionisti del settore. Tra gli ospiti d’onore anche Wedding Planner  del calibro di Wayne Gurnick da Los Angeles e Bruce Russell da Londra.
Wedding Industry Meeting
Wedding Industry Meeting
Wedding Industry Meeting
Wedding Industry Meeting

Matrimoni di stranieri in Italia: fatturato da 440,8 milioni di euro

«Il mercato degli eventi privati, ed in particolare il segmento Wedding – conclude Tommaso Corsini –, è suddiviso in micro aziende e liberi professionisti, che difficilmente sono in grado di influire in maniera determinante sul mercato stesso. Per questo, la presenza di un collettore di informazioni, a favore di tutto il mercato interno, è di fondamentale importanza per comprendere l’andamento economico ed i trend che lo caratterizzano».

Wedding_Industry_Meeting_Tommaso_Corsini

La finalità di Wedding Industry Meeting 2018 è, dunque, quella di rendere la Toscana realmente competitiva di fronte alle destinazioni competitor internazionali.
Stando ai dati relativi alla ricerca “Destination Weddings in Italy 2015/2016″ del Centro Studi Turistici di Firenze, il totale di matrimoni di stranieri in Italia è pari a 8.085, con un aumento di oltre 1000 eventi rispetto al 2015.

Un fenomeno (anche la Confcommercio di Palermo si sta muovendo, organizzando proprio i corsi per “Palermo Wedding Destination“) che ha così generato 408.000 arrivi e 1.368 milioni di presenze. Per una spesa complessiva – tra diretto e indotto – di oltre 440,8 milioni di euro, in aumento rispetto ai 380,3 milioni del 2015.


Per maggiori informazioni, basta collegarsi al sito weddingindustrymeeting.com

 

Partner istituzionali dell’evento: 
Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica.

Sponsor dell’evento:
Tuscany for Weddings – Destination Florence Convention and Visitors Bureau, Corsini.Events Group, Alberto Sarrantonio Photographer, Alma Project, Centro Studi Turistici di Firenze, Colle Berto, Floral Design – Simone Bertini, Galateo Ricevimenti, Opera in Florence,  Preludio Group, Studio Fotografico Righi, Savio Firmino, SSD Lab, Tecnoconference, Tuscany Highlights, Villa Corsini a Mezzomonte, Senza Filtro Comunicazione

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Iris Noble a Sì Sposaitalia con la sua collezione ispirata a Degas
Wedding Industry Meeting, in Toscana si incontrano oltre 100 operatori del Matrimonio

Lasciati ispirare, seguici sulla nostra pagina Instagram, tante idee e spunti per il tuo matrimonio ti aspettano.