Unione civile in un’isola, la favola romantica di Anna e Claudia

Unione civile in un'isola

La magia dei tramonti e il profumo del mare di Salina hanno fatto da cornice alle nozze organizzate da “Eolie in Love”

L’isola di Salina era rimasta nel cuore di Claudia e Anna. Così tanto, che le due innamorate – dopo essere state lì in vacanza – hanno scelto la seconda isola dell’arcipelago delle Eolie per coronare il loro sogno.

La loro unione civile in un’isola non aveva bisogno di sfarzo e sontuosità: bastava la semplicità dell’amore, del loro amore, che lega le due sposine – neanche trentenni – già da qualche anno.

L'unione civile in un'isola di Claudia e Anna organizzata da "Eolie in Love"
L’unione civile in un’isola di Claudia e Anna organizzata da “Eolie in Love”

E quale location avrebbe potuto raccontare meglio la loro storia e sancire la loro unione, se non un’isola siciliana? Nella semplicità dei suoi colori, del suo mare, dei suoi tramonti, Salina era perfetta per un’unione civile su un’isola.

“Le ragazze hanno deciso di sposarsi su un borgo di mare che affaccia su Lingua – spiega Francesca Casamento di Eolie in Love – , una piccola borgata di pescatori particolare per la sua spiaggia di ciottoli che si riflette in limpidissimo mare”.

L'ora del crepuscolo per l'unione civile di Anna e Claudia organizzata da "Eolie in Love"
L’ora del crepuscolo per l’unione civile di Anna e Claudia organizzata da “Eolie in Love”

“In spiaggia abbiamo organizzato il rito simbolico celebrato da un amico delle due spose – continua Francesca -. L’amico ha raccontato la loro relazione e poi ha dato loro la parola per le promesse. Ci siamo commossi tutti, me compresa! E’ stato bellissimo poter realizzare il loro sogno”. Il giorno precedente al rito simbolico, invece, la coppia si è sposata al Comune di Santa Marina Salina con un rito civile.

Unione civile in un’isola tra semplicità e anticonformismo

Durante l’organizzazione del matrimonio, le due spose avevano le idee chiarissime: la loro unione civile in un’isola sarebbe stata semplice, e assolutamente anticonformista. “Lo si vedeva già dagli abiti che avevano scelto – sottolinea l’organizzatrice -. Per cui quando ho capito il loro stile ho cercato di accontentarle in tutto e per tutto”.

Francesca Casamento di "Eolie in Love" insieme alle due spose Anna e Claudia
Francesca Casamento di “Eolie in Love” insieme alle due spose Anna e Claudia

Dagli abiti, senza fronzoli né particolari dettagli vistosi, fino alla torta nuziale che… non c’era! “Anna e Claudia non hanno voluto una torta nuziale. Semplicemente il loro era un matrimonio fuori dagli schemi, controtendenza. Nessuna torta nuziale, ma solo un buffet di dolci diversi l’uno dall’altro”.

Per ricordare che l’amore va oltre ogni forma, dimensione, colore, natura o genere, e che non può essere inquadrato in schemi rigidi e prestabiliti, Anna e Claudia hanno voluto donare un paio di occhiali da sole color arcobaleno a tutti gli 80 invitati alla loro unione civile su un’isola.

Sposarsi su un’isola tra fiori di campo e colori pastello 

 

Bouquet di fiori di campo per entrambe e nessuna bomboniera o confetto. “Non volevano niente che fosse tradizionale – aggiunge l’organizzatrice -. Non c’è stato il lancio del riso né la consegna delle bomboniere”.

I bouquet delle spose di fiori di campo dai colori tenui
I bouquet delle spose di fiori di campo dai colori tenui

E poi, rosa pastello, giallo, panna, i colori della festa. “Anna e Claudia mi hanno chiesto di puntare sul colore che preferivo e sui fiori, ma con un accorgimento: niente bianco e niente rose”.

A prendere il posto del tradizionale tableau de mariage, infine, le escort card che fanno sia da segnaposto che da bomboniere. “Abbiamo fatto realizzare 7 tipologie di maioliche segnaposto da artigiani locali. Ogni tipologia aveva un disegno diverso e corrispondeva a un tavolo. L’ospite prendeva la maiolica con su scritto il suo nome e andava a sedersi a posto”.

Le escort card dell'unione civile in un'isola di Claudia e Anna organizzata da "Eolie in Love"
Le escort card dell’unione civile in un’isola di Claudia e Anna organizzata da “Eolie in Love”

Atmosfere calde e rustiche per l’unione civile in un’isola di Claudia e Anna. Candele, luci e mise en place: il tutto come un vero un inno alla semplicità. “Era uno stile un po’ hippy – racconta Francesca Casamento -, morbido, non interessato troppo al dettaglio ma al contempo elegante e accogliente”.

Eleganti e accoglienti erano anche gli allestimenti. Toni del blu e luci soffuse. Il resto? Lo fa il paesaggio…

 

Il panorama da Salina durante la cena nell'unione civile in un'isola di Anna e Claudia organizzata da "Eolie in Love"
Il panorama da Salina durante la cena nell’unione civile in un’isola di Anna e Claudia organizzata da “Eolie in Love”

Lucia e Nealle, invece, direttamente da Oxford, si sono detti “Sì” a Lipari, dando vita a un vero e proprio sogno a occhi aperti nei toni del blu e del bianco.

Sposarsi alle Eolie per immergersi nella bellezza delle Isole siciliane

“Lo stress dell’organizzazione lasciatelo a noi – conclude Francesca Casamento di Eolie in Love -. Bisogna godersi il giorno del proprio matrimonio. Il nostro staff si occupa di coordinare tutti i fornitori coinvolti, sia di assistere gli ospiti prima e durante l’evento”.

Una presenza discreta e costante per gestire al meglio le tempistiche, evitando inconvenienti e gestendoli al meglio se dovessero presentarsi. “Scegliere i servizi e realizzare i desideri dei nostri sposi rendendoli realtà è per noi un immenso piacere”.

Cosa c’è di più romantico di un matrimonio su un’isola? Se state progettando un’unione civile su un’isola, affidatevi allo staff di “Eolie in Love”, che vi aiuterà nell’organizzazione delle vostre nozze in un scenario davvero incantevole: le Isole Eolie! 

Notizie correlate

Simona e Valerio, un «Sì» che risuona al tintinnio... Uno sguardo e un sorriso che parlano d’amore: sono quelli di Simona per Valerio, appena diventato suo marito. E ad evocare ed esaltare un amore così e...
Nozze in giardino: il sì di Sara e Aron firmato Gi... Il caldo e lieve vento d’estate, le note suonate da un’arpa che si rincorrono tra gli alberi secolari dell’antica dimora settecentesca, il giardino pr...
I colori di Sicilia per il sì di Gabriella e David... Il caldo e leggero vento d'estate, le note soul, blues, jazz che si rincorrono tra le mura dell'antica dimora storica di Torre Ciachea, alle porte di ...
Il sì urban-chic di Marie e Rino, regista Giorgia ... Candelabri di cristallo richiamano alla mente ambienti retrò e senza tempo. Il tram, a bordo del quale hanno viaggiato con i loro ospiti, riporta ad u...

Tag:,
by
Previous Post Next Post

Comments

    • Cesare Giuffrè
    • 29 novembre 2017
    Rispondi

    Non esiste il comune di Salina (nome dell’isola) ma quello di Santa Marina Salina.

      • admin
      • 29 novembre 2017
      Rispondi

      Grazie mille per la segnalazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

550 shares