Romina Davì fa rivivere il Gattopardo nel matrimonio di Eleonora e Angelo

Romina Davì

Le maioliche siciliane come sottopiatti personalizzati, i vasetti con i bulbi da piantare come segnaposto e da location l’esclusiva Villa Valguarnera, a Bagheria: così la Wedding Planner Romina Davì ha fatto respirare aria di Sicilia agli oltre 300 invitati


Sono tornati nel luogo del cuore per pronunciare il fatidico «Sì». Anche se da anni, ormai, vivono tra Roma e Bologna.

Eleonora e Angelo hanno scelto Palermo e Bagheria come location del loro matrimonio da sogno. Una cerimonia che ha fatto respirare agli invitati un’atmosfera assai Gattopardiana, ricreata per l’occasione dalla Wedding Planner Romina Davì (che ci aveva già fatto gustare profumo di mosto in un matrimonio organizzato in un vigneto!).

Oltre trecento gli invitati, in arrivo da tutta Italia, che hanno potuto vivere un’esperienza unica, sul serio.

Romina Davì
Romina Davì

Romina Davì ricrea le atmosfere gattopardiane

La cerimonia religiosa si è tenuta nell’incantevole chiesa palermitana in stile barocco San Giuseppe Dei Teatini, che si trova tra corso Vittorio Emanuele e Via Maqueda. Dopo la messa, grande festa e foto inedite con il cielo colorato dalle Frecce Tricolore a fare da sfondo.

Molto speciale anche il luogo scelto per il ricevimento: i festeggiamenti sono andati avanti fino a notte fonda negli spazi di Villa Valguarnera, a Bagheria, celebre centro cittadino a pochi chilometri da Palermo.

Romina Davì
026
Romina Davì

Mise en place: le maioliche siciliane come sottopiatti

Anche qui, la Wedding Planner Romina Davì ha ricreato lo stile elegante e tutto siciliano tipico del Gattopardo. I colori della cerimonia sono stati quelli delle maioliche tradizionali, che sono diventate anche dei sottopiatti personalizzati per ogni ospite.

Come segnaposto, invece, la sposa ha scelto dei piccoli barattoli in vetro con all’interno dei bulbi che gli invitati possono poi piantare nei vasi. I colori vivaci delle maioliche sono stati inoltre abbinati al regale color oro, per un ensemble molto ricercato. La mise en place fresca e briosa.

Romina Davì
Romina Davì
Romina Davì
Romina Davì

Abito da sposa Made in Italy per Eleonora

I fiori scelti dagli sposi sono stati i gelsomini, le peonie, le rose inglesi, lisianthus ed ortensie. Il tutto è stato impreziosito dall’utilizzo di ramoscelli d’ulivo e pale di fico d’india.

Con gli stessi fiori  è stato realizzato anche il bouquet della sposa, che ha indossato un abito rigorosamente Made in Italy.

Romina Davì
Romina Davì
125

Menù di nozze a base di pesce e tavole imperiali   

Durante la cena – tutta a base di pesce – sono stati proposti molti piatti di crudités particolarmente apprezzati da Eleonora ed Angelo, che hanno scelto di sedersi al tavolo con i testimoni. Per gli altri invitati, invece, sono stati preparati dei tavoli imperiali.

A decorare il tutto, non potevamo mancare le teste di moro blu e bianche.

Romina Davì

Molto particolare anche il cake topper. Invece del tradizionale «Just Married», la coppia ha optato per un «Appena maritati» dal gusto decisamente più siculo: nel dialetto dell’Isola significa, infatti, «Appena sposati».

Romina Davì

La Wedding Planner Romina Davì sceglie luci color ambra, c’è pure un angolo vintage

Per l’occasione, nell’allestimento della location, Romina Davì ha giocato con l’architettura della struttura, installando delle luci color ambra.

Spazio anche ad un angolo vintage, con una vecchia poltrona e le foto di famiglia. Gli amici hanno avuto la possibilità di scatenarsi a suon di selfie nella zona photoboot.

 

L’organizzazione del matrimonio e non solo: scoprite tutti le occasioni in cui potrete chiedere l’aiuto e il supporto della Wedding Planner Romina Davì! 

 

Crediti

Foto allestimenti: Chiara Quartararo
Foto sposi e cerimonia: Fabrizio and Romina
Atelier: Hermosa Le Spose
Personal Stylist: Ernesto Lo Bello
Fiori: Riccardo Cortegiani
Catering: Giardina Banqueting
Video: Giorgio Corsino per Rowleylapse
Drone: Luca Piraino
Maioliche dipinte a mano da Il Marchese

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

682 shares