Matrimoni 2022 e Covid, meno regole e restrizioni: ecco cosa cambia

Matrimoni 2022 e Covid: c’è da preoccuparsi? La risposta, per fortuna, è no.

Messaggio pubblicitario

Quest’anno, le regole e le misure anti-Covid per il settore Wedding sono meno rigide.

Ecco cosa cambia.
(In copertina, foto Pixabay)


Una buona notizia per coloro che coroneranno il proprio sogno d’amore nei prossimi mesi.

Le norme su matrimoni 2022 e Covid, attualmente in vigore in Italia, sono molto meno stringenti rispetto a quelle che gli sposi sono stati costretti a rispettare negli scorsi anni.

I divieti che fin dall’inizio della pandemia hanno reso difficile per molte coppie il fatidico “Sì”, ad oggi, sembrano per lo più un terribile ricordo.

Ciò non significa, però, che le celebrazioni siano totalmente prive di norme anti-contagio. 

Ecco le regole a partire dal 1° aprile, dopo la fine dello stato d’emergenza.

Messaggio pubblicitario

Matrimoni 2022 e Covid: cosa c’è da sapere

Per i matrimoni 2022 non è un “liberi tutti”. Le regole anti-Covid ci sono, va precisato. 

Il Consiglio dei Ministri, in tal senso, non ha emesso un vero e proprio decreto matrimoni 2022.

È possibile trarre le linee guida, però, dal decreto legge più ampio, entrato in vigore il 1° aprile.

matrimoni 2022 covid: le regole per la chiesa
Foto da Unsplash

Matrimoni 2022 Green Pass serve?

L’ultimo decreto del Governo ha cambiato le carte in tavola anche per quanto concerne l’utilizzo del Green Pass in relazione al tema matrimoni 2022 e Covid. 

Per assistere alla cerimonia, sia con rito religioso sia con rito civile, non serve alcuna certificazione.

Diversa la situazione per i ricevimenti. Secondo le linee guida per i matrimoni 2022, per partecipare a quelli al chiuso, dal 1° al 30 aprile, è obbligatorio il Green Pass rafforzato. È ottenibile tramite la vaccinazione completa oppure tramite la guarigione dal Covid.

Per partecipare ai ricevimenti all’aperto, invece, sarà sufficiente il Green Pass base. Si ha con un semplice tampone rapido o molecolare dall’esito negativo oppure dopo essere guariti dal Covid.


Matrimoni 2022 e cerimonie religiose o civili

Le linee guida per i matrimoni 2022 danno maggiori libertà per le cerimonie.

  • Distanziamento
    Non è più previsto, ad esempio, il rispetto del distanziamento interpersonale. Resta consigliato, ma non è obbligatorio.

  • Mascherine obbligatorie
    Fino al 30 aprile, i dispositivi di protezione devono essere indossati da tutti coloro che si trovano in uno spazio al chiuso nel corso della cerimonia.

  • Misurazione della temperatura
    Agli invitati potrà essere misurata la temperatura corporea prima dell’ingresso in Chiesa o nel luogo in cui si svolge il rito civile. L’accesso sarà negato nel caso in cui sia superiore a 37,5 °C.

  • Assembramenti da evitare
    Per evitare assembramenti è preferibile creare più percorsi di ingresso e di uscita.

Le norme anti-Covid in questione valgono sia per la Chiesa per i riti civili. In quest’ultimo caso, se possibile, è meglio optare per uno scambio delle promesse all’aperto.


Linee guida matrimoni 2022 per i ricevimenti

Anche per quanto riguarda i ricevimenti le linee guida per i matrimoni 2022 che si svolgono all’aperto sono meno rigide.

Ecco quali sono le differenze e quali i punti in comune:

  • Green Pass obbligatorio
    Il Green Pass rafforzato è obbligatorio per i ricevimenti al chiuso, mentre il Green Pass base è obbligatorio per i ricevimenti al chiuso, fino al 30 aprile 2022.

  • Mascherine
    Le mascherine nei ricevimenti all’aperto non sono obbligatorie. Al chiuso, invece, dovranno essere indossate in tutte le occasioni in cui non si è seduti al tavolo.

  • Misurazione della temperatura
    Agli invitati dei matrimoni 2022, sia all’aperto sia al chiuso, potrà essere misurata la temperatura corporea prima dell’ingresso nella location. Non sarà possibile entrare nel caso in cui sia superiore a 37 °C.

  • Elenco invitati
    Gli organizzatori dell’evento, sia all’aperto sia al chiuso, dovranno conservare l’elenco di coloro che hanno partecipato per almeno 14 giorni, in modo da riuscire a contattarli in caso di focolaio di Covid.
una tavola allestita per matrimoni 2022 covid
Foto da Unsplash

Decreto Matrimoni 2022: domande e risposte

Abbiamo riassunto le novità più importanti del decreto matrimoni 2022.

Sposi ed invitati, tuttavia, hanno sicuramente ancora qualche dubbio. Ecco le risposte alle 5 domande più frequenti:

1. C’è un numero massimo di invitati?

No, non ci sono limitazioni. Il numero di invitati, oltre che dalle liste degli ospiti, dipenderà esclusivamente dalla capienza della location. Gli organizzatori sapranno fornirti le adeguate informazioni in merito.

2. Come si devono disporre i tavoli?

Gli sposi possono organizzare la disposizione dei tavoli in collaborazione con i gestori della location, che provvederanno a sistemarli nel rispetto delle misure di distanziamento. Gli invitati dovranno essere separati da almeno 1 m, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale, ad esempio poiché congiunti.

3. È possibile organizzare un buffet?

Le linee guida per i matrimoni 2022 autorizzano i buffet, a patto che la somministrazione del cibo sia fatta però dal personale incaricato.

4. Ed il self service?

Il self service non è ammesso, a meno che i cibi non siano pre-confezionati in monodosi. In questo caso i commensali, al chiuso, dovranno servirsi indossando la mascherina e rispettando le norme di distanziamento sociale.

5. È concessa la musica dal vivo? Si può ballare?

La musica dal vivo è consentita, ma cantanti e musicisti dovranno trovarsi ad almeno 3 metri di distanza dal pubblico. I balli all’aperto sono permessi. Al chiuso dipende dalla tipologia di locale in cui ci si trova e dagli spazi a disposizione.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Comments Yet.

Previous
Abiti da sposa Elisabetta Polignano 2023, femminilità in continua evoluzione
Matrimoni 2022 e Covid, meno regole e restrizioni: ecco cosa cambia

Scarica gratuitamente
Sposi Magazine 2022

VERSIONE DIGITALE