Alberto Menegardi, foglie al posto dei fiori per le cerimonie 2019

alberto menegardi

Non solo fiori ai matrimoni. Una delle tendenze per le cerimonie del 2019 è quella degli allestimenti botanici. Per decorare location e tavoli arrivano le composizioni di foglie di diverse forme e tonalità. Parola del floral design Alberto Menegardi che ha esportato i suoi lavori in tutta Italia e non solo. Da lui, anche i segreti per mantenere i fiori del proprio matrimonio belli a lungo.


Il vecchio detto “Non c’è matrimonio senza fiori”è stato smentito.

Secondo il floral designer Alberto Menegardi, nelle prossime cerimonie del 2019 saranno tantissimi gli sposi che chiederanno allestimenti botanici. Si tratta di composizioni verdi formati da foglie e piante di forme e colori diversi. Una tendenza, questa, che arriva anche nei bouquet delle spose che hanno forme sempre meno definite.

E non è raro che a volte, a sostituire i fiori, arrivino anche i frutti. Meglio se di stagione. Uva, mele e castagne in autunno, ad esempio.

 

alberto menegardi
alberto menegardi
alberto menegardi

Per Alberto Menegardi le rose e le ortensie sono i fiori che per eccellenza rappresentano i matrimoni. 

Non passano mai di moda e soprattutto non hanno stagionalità e quindi sono reperibili in tutti i mesi dell’anno.

“Di rose ed ortensie esistono innumerevoli varianti – spiega il floral designer Alberto Menegardi – soprattutto con quest’ultime riusciamo a coprire una palette molto ampia di colori dall’azzurro al bordeaux. Il mio consiglio è sempre quello di seguire la stagionalità dei fiori”.

Un’alternativa ai fiori freschi sono quelli essiccati dal loro allure estremamente romantico.

alberto menegardi
alberto menegardi
alberto menegardi

Centrotavola originali per location da favola. La parola d’ordine è personalizzazione. 

I fiori al centro di ogni tavola al ricevimento di nozze sono un must irrinunciabile per matrimoni eleganti e glamour allo stesso tempo.

“È molto importante seguire il mood della location – continua Alberto Menegardi – vogliamo che la sala sia addobbata con fiori senza essere privata della sua natura. Quindi la personalizzazione diventa molto importante. Al momento, ad andare per la maggiore sono i centrotavola molto alti che sono molto scenici anche se continuano a piacere molto anche quelli più bassi”.

alberto menegardi
alberto menegardi
alberto menegardi

Il bouquet di nozze come ricordo del giorno del matrimonio. Ecco come conservarlo.

Tante spose desiderano conservare il bouquet come ricordo del giorno delle loro nozze. Ma molto spesso questa operazione non va a buon fine e si finisce per buttare tutto. Alberto Menegardi spiega i segreti per mantenere il bouquet bello per tanto tempo.

“Bisogna tenere il mazzo di fiori a testa in giù  in un luogo arieggiato – racconta – c’è da dire però che non tutti i fiori si prestano ad essere conservati. Quelli che contengono molta acqua finiscono per deteriorarsi e produrre anche odori sgradevoli”. In questo caso la soluzione potrebbe essere quella di conservare in un vasetto con alcool etilico uno o due fiori che si estraggono direttamente dal bouquet.“Il contenitore può anche essere decorato e messo in esposizione accanto alla foto del matrimonio – conclude Menegardi – in questo modo abbiamo la certezza che i fiori si manterranno in bellezza per molto molto tempo”.

PER ENTRARE NEL MONDO DI ALBERTO MENEGARDI NON RIMANE CHE VISITARE IL SITO INTERNET.

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 share