Zolotas presenta la sua collezione 2020: la sposa è sensuale e boho-chic

Zolotas

Eterea e femminile, di una sensualità senza tempo. È l’immagine di una dea greca. Una bellezza giunonica dallo charme mediterraneo, ellenico, come la terra da cui proviene. È una sposa dallo stile boho-chic quella a cui si ispira la collezione Sposa 2020 di Zolotas Atelier, presentata durante la Milano Bridal Weeek 2019.

Dai tessuti utilizzati ai colori, le forme e i modelli, la collezione dello stilista parla della terra da cui proviene: la Grecia. Gli abiti rappresentano la bellezza ellenica per eccellenza, quella di una dea che proviene dal mare e dalla terra, una madre natura simbolo di femminilità e fertilità.

Dal sapore vintage e dai tocchi un po’hippie, quella del 2020 rappresenta per la maison una linea rivoluzionaria. Sono abiti particolarissimi, dall’identità forte e riconoscibile. A partire dai tessuti tutti made in Grecia: cotone organico è il tessuto principe della collezione.

“Novità di quest’anno è il combinato cotone e lurex, dall’effetto shining, che dona luminosità alla sposa. La fa brillare”, illustra il designer e patron della maison.

“Una collezione che ho disegnato ispirandomi a un matrimonio al mare o in campagna, comunque a diretto contatto con la natura, che diventa elemento fondamentale”.

Zolotas

I vestiti sono tutti hand-made, realizzati a mano, secondo le tradizionali tecniche sartoriali elleniche, che molto sanno anche della tradizione siciliana. Come i ricercati inserti ricamati all’uncinetto o i filati lavorati con antichi telai. Molto belli e sensuali i corpetti con dettagli floreali, ma anche le estrose applicazioni stile pon pon.

Abiti cuciti a mano, esclusivi e totalmente personalizzabili. “Ogni abito da sposa si cuce addosso alla donna – racconta lo stilista -. Sì perché a incidere sulla scelta ci sono la storia vissuta da ogni ragazza, il suo carico di sogni e come ha sempre immaginato il giorno del proprio matrimonio”.

Inconfondibili gli abiti da Sposa by Zolotas anche per le tonalità che li contraddistingue. Lo stilista ellenico rompe con la tradizione dell’abito da sposa bianco e opta per le colorazioni naturali del cotone organico: dunque, beige, nude, ecrù. Nuance che rappresentano i toni naturali della terra, dei paesaggi mediterranei.  Tinte di per se molto femminili ma rese ancora più sensuali da giochi di trasparenze o profonde scollature.

Zolotas

Tra i modelli di punta di Zolotas c’è l’abito da sposa top crop, cioè top e gonnellone, che si presta anche a essere realizzato in versione componibile.

“E’ un modello ancora poco diffuso in Italia, ma dal 2020 inizia a intravedersi in diverse collezioni, se non altro per la sua comodità e versatilità”, sottolinea il designer.

Uno dei vantaggi infatti è quello di potere abbinare a proprio piacimento top e gonna e soprattutto di poterli modificare nel corso della giornata del matrimonio, così come se si avesse due mise diverse. Magari più accollato e con gonna lunga per la cerimonia, per poi trasformarlo in versione più sensuale e glamour per il ricevimento.

PER SCOPRIRE TUTTE LE NOVITÀ SULLE COLLEZIONI MODA SPOSA 2020, SEGUI IL NOSTRO SPECIALE MILANO BRIDAL WEEK 2019

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares