Il giorno del sì, aggiungi un posto a tavola… il tableau de mariage

di Fernanda Anania

Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario

L’assegnazione dei posti al ricevimento mette a dura prova diplomazia, tatto e simpatie. La realizzazione di un tableau de mariage, però, può rendere più piacevole e divertente
questa fase dei preparativi.

Di base si tratta di un pannello che illustra la disposizione dei tavoli e dei posti e che viene affisso all’ingresso del luogo del ricevimento, ma le modalità con cui può essere realizzato sono davvero tante e di solito seguono il tema scelto per le nozze.

Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario

Il filo conduttore può essere, ad esempio, il colore. Lo stesso che si ritroverà nelle partecipazioni, in dettagli della tavola come i segnaposto o il centrotavola, nei fiori e, perché no, nell’abito della sposa. Oppure, il filo conduttore potrà essere un allestimento particolare.

Molto in voga nell’ultimo periodo, ad esempio, l’utilizzo di cornici per ciascun foglio/tavolo, quasi a comporre una vera e propria opera d’arte; o ancora, utilizzare tante lavagnette con i nomi scritti a mano. Se il ricevimento è all’aperto, invece, si possono appendere i fogli con l’indicazione di tavoli e nomi a dei fili di spago con delle mollette; o ancora, in perfetto eco-wedding style, utilizzare delle vecchie assi di legno come base su cui incollare anche fiori ed elementi campestri.

Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario

Al mare ci si può sbizzarrire con tableau fatti con sabbia, conchiglie e stelle marine (elementi, questi, che stanno benissimo anche riproposti sulla torta nuziale, per un sorprendente risultato 3D garantito!); oppure in tema navy, dove – tra blu, righe colorate e cordoni – l’«effetto Côte Azure» è assicurato. I più estrosi, potranno utilizzare una mappa dei luoghi del cuore o del viaggio di nozze, con ogni tavolo corrispondente ad una tappa; mentre i più sentimentali utilizzare vecchie cartoline o foto di famiglia. Molto gettonato anche il tableau con le chiavi: ciascuna corrisponde ad un invitato che, così, viene guidato fino al proprio posto.

Piccola nota tecnica da non sottovalutare: pensate alla realizzazione del tableau de mariage almeno un mese prima, sia per permettere al catering di capire quanti tavoli saranno necessari che a voi di comporne uno perfetto!

Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Messaggio pubblicitario
Previous
Accessori sposa, il bouquet: che profumo ha la felicità?
Il giorno del sì, aggiungi un posto a tavola… il tableau de mariage

Compila il modulo e
scarica la tua copia
!