Franchising Martha’s Cottage, il portale numero uno del Wedding punta ai negozi fisici

Dall’online ai canali di vendita tradizionali per essere sempre più vicino agli sposi: vi presentiamo il progetto Franchising di Martha’s Cottage.

Messaggio pubblicitario

Il portale di e-commerce dedicato al Wedding si amplia ed è pronto per il grande passo: aprire punti vendita nelle maggiori città italiane


Martha’s Cottage, dopo essersi guadagnato il titolo di più grande sito di e-commerce dedicato al matrimonio in Europa, continua a espandersi (e non solo online).

Il brand ha deciso di fare il suo ingresso anche nei canali di vendita tradizionali, lanciando il suo nuovo progetto di franchising: ossia sostenere l’apertura di nuovi negozi affiliati al marchio in varie città italiane.

Un modo per essere ancora più vicini ai futuri sposi perchè negli store si potranno acquistare (fisicamente) i prodotti Martha’s Cottage o fare un ordine online guidato, con l’aiuto degli assistenti alla vendita, oppure ancora ritirare ciò che si è già acquistato sul sito. Ecco, di seguito, tutti i dettagli del progetto.

Franchising Martha’s Cottage: i nuovi store dedicati a Wedding e Party

Martha’s Cottage si rivolge agli appassionati e ai professionisti del Wedding che hanno il desiderio di avviare (o ampliare) la propria attività nel settore dell’organizzazione matrimoni.

Come? Offrendo la possibilità di aprire un punto vendita a marchio Martha’s Cottage, con poche regole (e semplici) da seguire per aderire.

“Quest’anno, abbiamo deciso di dar seguito alle numerose richieste che da anni ci arrivavano per l’apertura di un punto vendita Martha’s Cottage e abbiamo deciso di dare questa opportunità con una formula di Franchising “diversa” da quella tradizionale”, spiega Simona Canto, founder del brand.

“Il nostro principale obiettivo è dare una nuova opportunità di business a chi opera già in questo settore e/o lo ama come noi! Porteremo il nostro marchio in tutte le maggiori città d’Italia così da dare la possibilità di comprare i nostri prodotti anche a chi ancora è legato al metodo tradizionale di acquisto”. 

Oltre a offrire una selezione dei prodotti più venduti e richiesti, ogni negozio sarà un punto di congiunzione tra l’online e l’offline.

“Sarà possibile infatti ritirare i propri ordini fatti online o farne uno guidato, acquistare corsi di formazione, consulenze e, se si è un professionista del settore, sarà possibile registrarsi nella nostra area dedicata ai fornitori e farsi conoscere da tutti i nostri sposi”, precisa Simona Canto.

Le regole per aprire un negozio Martha’s Cottage

Dagli arredi agli allestimenti di vetrine, corner e modalità di vendita, le regole per diventare un franchisee – ossia un negozio affiliato – Martha’s Cottage sono davvero poche e semplicissime. 

  • Dimensioni
    Lo spazio minimo per un negozio Martha’s Cottage è di 30 metri quadrati con almeno una vetrina su strada
  • Vetrine 
    Non ci sarà alcun obbligo di allestimento vetrine a fotocopia. Ogni punto vendita è libero di esporre i prodotti che ritiene più opportuno per la promozione del proprio punto vendita.
  • Arredo
    Non c’è alcun obbligo di comprare l’arredo del brand. L’unica condizione è mantenere costanti i colori e la Brand Identity di Martha’s Cottage. Chi ha già un negozio, può inviare le foto del locale allo staff del portale così da decidere insieme al franchisor (ossia Martha’s Cottage) come personalizzarlo così da seguire i canoni identitari del marchio. Altra possibilità: acquistare da uno dei partner/fornitori del portale. 
  • Coesistenza
    Per chi ha già un’attività che opera già nel Wedding, come per esempio un negozio di fiori o un atelier di abiti da sposa, potrà condividere tranquillamente lo spazio. In questo caso però la regola è che la brand identity di Martha’s Cottage sia evidente.

I vantaggi dei punti vendita Martha’s Cottage

Condizioni a parte, sono davvero molti i vantaggi che si possono avere dall’essere un punto vendita affiliato al marchio, soprattutto per tutto ciò che riguarda la promozione e il marketing di ogni attività.

Primo punto di forza è quello di essere sponsorizzati da un brand forte e tra i più noti nel settore del Wedding non solo in Italia, bensì in tutta Europa.

Il portale farà da importantissima “vetrina” virtuale: ogni negozio verrà infatti inserito sul sito nell’apposita sezione “I punti vendita”, dove una mappa interattiva mosterà indirizzo e contatti di ciascuno di questi.

Inoltre, ogni store è anche punto di ritiro. “Ciò significa – spiega Simona Canto – che chi compra direttamente sul nostro sito avrà modo di vedere anche altri prodotti esposti in negozio così da continuare la vendita”. 

La promozione proseguirà anche su tutti i canali online dell’azienda: sito, blog e social network. “Ogni nostro franchisee avrà possibilità di raccontarci il suo negozio con foto, video e aggiornamenti. Sarà nostro compito – aggiunge – condividerlo su portale, social e via email attraverso newsletter. Ovviamente in modo assolutamente gratuito”. 

Se vuoi fare della tua passione un business, non ti resta che cliccare qui e chiedere maggiori informazioni su come aprire in franchising un punto vendita Martha’s Cottage!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Comments Yet.

Previous
Abiti da sposa Mysecret Sposa 2023, la leggerezza dei fiori
Franchising Martha’s Cottage, il portale numero uno del Wedding punta ai negozi fisici

Scarica gratuitamente
Sposi Magazine 2022

VERSIONE DIGITALE