Alessandra Rinaudo, l’abito si fa opera d’arte

Volumi calibrati, colori evanescenti consistenze impalpabili e delicate per la collezione Bridal 2017 di Alessandra Rinaudo che ha sfilato oggi sulle passerelle di Sì Sposaitalia, a Milano.

Messaggio pubblicitario

Un vero e proprio elogio all’eleganza e all’italian style, ogni modello della collezione è frutto dell’accostamento dei tessuti più esclusivi e di altissima qualità: sete italiane chic e pregiate, organze fluttuanti e pizzi francesi impreziositi da disegni e motivi squisitamente inediti.

L’abito si fa opera d’arte e la sposa Alessandra Rinaudo mostra una bellezza sobria e sofisticata, una preziosità suggerita, mai ridondante o eccessiva. È una donna raffinata e di carattere, sognatrice e glamour, ma soprattutto protagonista.

Messaggio pubblicitario

Ecco allora proposte scollature omerali, effetti tattoo a valorizzare schiene e accarezzare decoltè, spacchi e dinamiche gonne caratterizzate da sovrapposizioni di tessuti. Ricami, pizzi e materiali sono di per sé opere da ammirare, che la designer elabora e unisce in una “mise” sempre moderna, talvolta magica e onirica, a tratti eterea. Dagli abiti scivolati assolutamente innovativi, alle sirene iper-moderne più sensuali, fino ai modelli principeschi e regali, nulla è scontato o già visto.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Comments Yet.

Previous
Giuseppe Papini, un abito per ogni donna
Alessandra Rinaudo, l’abito si fa opera d’arte

Scarica gratuitamente
Sposi Magazine 2022

VERSIONE DIGITALE