Scarpe da sposa con plateau, tutto ciò che devi sapere per indossarle

Chi sta per andare all’altare cerca per prima cosa la comodità nelle calzature che dovrà indossare. In questo caso l’aiuto arriva proprio dalle scarpe da sposa con plateau.


Dopo la scelta dell’abito da sposa, il passo successivo da compiere è la ricerca della scarpa perfetta. Il ruolo di ciò che porterai ai tuoi piedi non è assolutamente da sottovalutare, e se in passato la calzatura della sposa non riceveva troppe attenzioni, recentemente ha riconquistato la scena.

Messaggio pubblicitario

Nonostante per la maggior parte del tempo, le scarpe vengano nascoste, a renderle speciali è proprio quell’effetto vedo non vedo. Inoltre il piede è la prima parte del corpo della sposa a mostrarsi quando scende dalla sua auto e allora perché non rendergli giustizia?

Tra gli assi nella manica della perfetta bride to be c’è però un tipo di calzatura molto utilizzata, per tanti motivi che tra poco ti spiegheremo, e si tratta delle scarpe da sposa con plateau.

Scarpe da sposa con plateau: perché sceglierle?

Quando si inizia lo shopping tour alla ricerca della calzatura per il giorno del proprio matrimonio bisogna capire prima di tutto come scegliere le scarpe da sposa perfette.

Una calzatura così speciale deve rispondere sicuramente a un criterio di eleganza e raffinatezza, strettamente legate allo stile dell’abito e della cerimonia, ma deve essere anche comoda. Certamente, una sposa che si rispetti, non può attraversare la navata barcollando dolorante sui tacchi, ma deve essere leggiadra come se ai suoi piedi non avesse nulla.

scarpe da sposa con plateau

A soccorrerla ci sono le scarpe da sposa con plateau, interno o esterno, che agevolano la calzata e danno la possibilità di indossare dei modelli anche molto alti riducendo al contempo l’inclinazione della pianta del piede. Questo genere di calzature sono per esempio l’opzione giusta se non sei abituata al tacco a stiletto e cerchi un pizzico di sicurezza in quel momento che hai tanto atteso.

Plateau: focus sulla sua storia

Il plateau, o platform, ha una lunga storia che affonda le sue radici nel XVI secolo a Venezia. Le dame, per mostrarsi più alte o slanciate, indossavano le chopine o pianelle: in sostanza, le antenate delle scarpe con plateau. In sughero o in legno, venivano rivestite di tessuto o velluto, spesso arricchite con perle o pietre preziose, destinate alle donne più facoltose e sinonimo di grande ricchezza.

Messaggio pubblicitario
scarpe da sposa con plateau

Il boom vero e proprio del plateu si ebbe negli anni ’30 e a dettare legge fu ancora una volta un italiano, Salvatore Ferragamo, che per le dive di Hollywood realizzava scarpe con rialzo in sughero rivestito di tela cerata.

Dopo una pausa durata quarant’anni, il plateau ricompare negli ’70 sulle piste psichedeliche delle discoteche superando ogni limite e trasformandosi in veri trampoli.

Da quel momento in poi, possiamo dire che questo comodo escamotage non ci ha più abbandonate tornando sempre in auge, a fasi alterne, in svariate forme, strutture e altezze.

Calzature da sposa: quando si può o no usare il plateau

Sei ormai convinta che le scarpe da sposa con plateau siano quel tocco che manca al tuo bridal look perfetto, ma cerca prima di capire se siano giuste per la tua figura.

Il plateau sicuramente si adatta ad una donna minuta, alla cosiddetta sposa petit che desidera essere più slanciata nel giorno del fatidico sì. Ma ci sono alcune accortezze:

  • Il tacco non deve superare i 12 centimetri
  • Il plateau deve raggiungere uno spessore massimo di 2/3 centimetri

Sebbene infatti il plateau esista anche di 5 centimetri (spesso anche di più!), una scarpa eccessivamente alta sicuramente ti solleverà ma rischierà anche di privarti di quello charme che invece non deve mai mancare a una sposa.

Da valutare, nella scelta della calzatura da sposa, anche le caratteristiche di caviglie e polpacci: se sono troppo muscolosi e torniti, il plateau rischia di accentuarli riducendo, anziché aumentare, l’effetto altezza tanto cercato.

A proposito di fisicità, una donna che già gode di per sé di un fisico slanciato non necessita di ulteriori accorgimenti, ed ecco che in questo caso si può optare per dei modelli dal tacco più basso o dei modelli flat sia per la cerimonia che per il ricevimento.

Scarpe da matrimonio con plateau: a quale abito si adattano

Le scarpe da sposa con plateau non vanno bene su qualsiasi abito, è bene chiarirlo. Proprio perché il loro scopo è quello di elevare la figura senza tralasciare la comodità, il trucco è quello di indossarle sotto un wedding dress lungo, romantico e che ti faccia sentire perfetta per il tuo giorno. Ricorda però che la parola d’ordine è moderazione quindi al bando sempre le altezze eccessive.

Indossare un paio di calzature con zeppa o plateau abbinato a un abito corto rischierebbe infatti di darti un involontario aspetto kitch e cheap. È consigliabile quindi optare per uno degli altri modelli di scarpe da sposa alte.

Sandali e open toe da sposa 2020

Le scarpe da sposa con plateau sono un evergreen e anche quest’anno non mancano tra le proposte dei bridal designer.

In raso, in pelle, con pietre preziose o con fiocchi su sandali e open toe da sposa 2020, il supporto del plateau viene sfruttato dai maggiori marchi. Tra questi puoi prendere ispirazione dalle collezioni di Jimmy Choo, Enzo Miccio, Renè Caovilla e Sergio Rossi dove comodità ed eleganza si legano in un connubio azzeccatissimo.

scarpe da sposa con plateau
scarpe da sposa con plateau
scarpe da sposa con plateau
scarpe da sposa con plateau

Anche il brand palermitano Francesco Italy inserisce numerose calzature con plateau e, per la sua nuova wedding collection, sfrutta il trend di stagione realizzandole in raffinatissime tinte nude.

Sposi Magazine 2020
Acquista Sposi Magazine 2020

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.