Guillermo Mariotto, la veste della Madonna in mostra a Roma

La veste della Madonna Addolorata del Santuario di Rivotorto d’Assisi, creata da Guillermo Mariotto, sarà in mostra a “Tessere la speranza. Il culto della Madonna vestita lungo le vie del Giubileo”, a partire da venerdì 9 dicembre alle ore 16.30 a Palazzo Patrizi Clementi, a Roma.

ajaxmailL’opera ideata dal direttore creativo della maison Gattinoni Couture (www.gattinoni.com) è stata interamente realizzata a mano nell’atelier dell’omonima griffe. La Vergine Maria, figura religiosa e punto di riferimento di devozione della religione cattolica, è venerata tanto in Occidente quanto in Oriente. E Guillermo Mariotto, parte proprio da qui, per la creazione della veste della Santa Vergine, contrassegnandola con una forte carica simbolica. L’intera veste – che presenta delle pieghe severe sul corpo e sulla gonna – e il mantello sono stati realizzati in charmeuse di seta di color nero, simbolo del lutto e del dolore. La “Mater Dolorosa” conserva con sé però la speranza, che è Fede. La virtù teologale è raffigurata all’interno del mantello in lamé dorato, dove lo stilista imprime, con ricami in fili d’oro zecchino e d’argento, i simboli delle religioni del mondo.

Messaggio pubblicitario
rivotortosantuario
mariotto
guillermo-mariotto

La croce, simbolo della religione cristiana, rappresenta la passione, la morte e la resurrezione di Gesù Cristo e quindi la speranza; la Stella di David che, insieme alla Menorah, è il simbolo della religione ebraica; la Mezzaluna, è il simbolo della fede islamica; il Khanda, formato da due scimitarre, un pugnale a due tagli e un disco, rappresentanti il potere creativo universale, è il simbolo del Sikhismo indiano; l’Oṃ, considerato il suono primordiale, è il più sacro e rappresentativo della religione induista, nata dal Brahmanesimo a sua volta sviluppo del Vedismo.

La Madonna Addolorata di Guillermo Mariotto, è cinta in vita da una fascia realizzata in charmeuse di seta, decorata da una spilla/fibbia che riproduce le sette spade conficcate nel cuore, simboli incontrastati dei sette vizi capitali. Il bordo della veste è stato realizzato in gazaar di seta e nigel, impreziosito da motivi a rosa crociata.

Previous
Pettinatura sposa: il ritorno dell’«old style»
Guillermo Mariotto, la veste della Madonna in mostra a Roma

Lasciati ispirare, seguici sulla nostra pagina Instagram, tante idee e spunti per il tuo matrimonio ti aspettano.