Slow Smoking: “Metti una sera, dopocena…”

di Fernanda Anania

Messaggio pubblicitario



I detrattori del fumo in generale potranno storcere il naso, ma di certo non a ragione: «Quello dello “Slow Smoking” – ci tiene a precisare Antonio Labruna, fondatore di Eventi Slow Smoking Catania – non è un mondo legato al vizio; la degustazione è un momento in cui assaporare il piacere di accostamenti raffinati tra vari ingredienti quali sigari, cioccolata e distillati e in cui ogni elemento concorre ad esaltare e valorizzare al meglio l’altro».

Una tendenza sempre più gradita durante i matrimoni, con la proposta di un piacevole e originale dopocena o dopopranzo pronto a stupire sempre sposi e invitati.

Come definirebbe lo Slow Smoking?
«Lo Slow Smoking è un vero e proprio percorso di degustazione dedicato anche a chi fumatore non è. Un angolo in cui poter assaggiare sigari, chicchi di caffè del Guatemala, cioccolata e distillati di alta fascia tra grappe, whisky, brandy, rum e rosoli siciliani, con proposte di abbinamenti ad hoc, che tengono conto del grado di conoscenza che l’ospite ha di questa realtà».

A ciascuno il suo abbinamento dunque… è possibile disporre di un consigliere all’assaggio?
«Certamente: nel nostro corner di degustazione, curato nei minimi dettagli sia in termini di prodotti che di presentazione, è presente una persona che con competenza e passione indica l’abbinamento giusto. La preparazione e la competenza rappresentano uno dei nostri punti di forza: siamo stati tra i primi a proporre lo slow smoking durante eventi e ricevimenti e, oggi che il mercato inizia ad essere inflazionato, quello che ci distingue è l’attenzione verso le esigenze di ogni ospite. Un neofita malconsigliato potrebbe infatti non gradire l’assaggio e conservare un ricordo spiacevole di questa esperienza».

Qualche esempio di abbinamento personalizzato?
«A chi non è abituato a fumare il sigaro, in genere indichiamo dei prodotti aromatizzati, magari accostati a una cioccolata fondente con una percentuale di cacao non superiore al 70%, per evitare un gusto troppo amaro al palato. A chi non è un bevitore abituale, offriamo un distillato dalla gradazione alcolica non elevata, come ad esempio un rum al cioccolato».

Quando uno pensa al sigaro immagina i “Gentlemen’s Clubs”, circoli esclusivi e frequentati solo da uomini. Lo Slow Smoking rimane un mondo prettamente maschile?
«Assolutamente no. Non soltanto sempre più donne apprezzano il piacere di un distillato accompagnato da sigari e cioccolata, ma spesso sono proprio le invitate a recarsi per prime al nostro corner, spinte anche dalla curiosità di guardare da vicino le coreografie, che curiamo sempre nel dettaglio».

È possibile personalizzare i vostri prodotti?
«Per i matrimoni possiamo realizzare dei sigari con etichetta riportante la data dell’evento e i nomi degli sposi: un dono apprezzato da tutti gli invitati, scelto dagli sposi come originale souvenir de mariage».

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Comments Yet.

Previous
“Cosa ti sei messa in testa?!” Da Barcellona e Milano i must have per la Sposa 2016
Slow Smoking: “Metti una sera, dopocena…”

Scarica gratuitamente
Sposi Magazine 2022

VERSIONE DIGITALE