Abito da sposo, tutto quello che c’è da sapere sul Groom-Look

Elegante, raffinato, da vero gentleman: è così che il tuo lui immagina il suo abito da sposo.

Messaggio pubblicitario

Se lo vedi confuso su quale e come sceglierlo, ecco la Guida definitiva al vestito che indosserà all’altare.


Dopo il tuo look, viene immediatamente il suo. Perché sulla scelta dell’abito da sposo non si può certamente sbagliare!

Lui, protagonista tanto quanto te, nel giorno delle vostre nozze non intende rinunciare allo stile che lo contraddistingue. 

Abito da sposo, la Guida definitiva al Groom-Look

Dal modello più classico a quello più estroso e glamour, l’abito da sposo rispecchia il suo carattere e il mood delle vostre nozze.

Abbinato perfettamente al tuo, il look di lui gioca un ruolo fondamentale per un’accoppiata che sia davvero vincente.

E proprio perché di squadra si parla, ecco per te una Guida all’abito da sposo per fargli da spalla e per dargli i consigli giusti quando arriverà il momento, tanto difficile quanto atteso, di scegliere il suo look per il matrimonio.

Indice

  1. Abito da sposo, le foto da salvare sullo smartphone
  2. I 7 modelli di abito da sposo
  3. Focus sulla giacca da sposo
  4. Tutti i colori del vestito da sposo
  5. Quanto costa un abito da sposo? 
  6. Abiti da sposo originali
  7. I consigli per scegliere l’abito da sposo
  8. Le FAQ sul vestito da sposo 
  9. Il Galateo del look dello sposo

Abito da sposo, le immagini per ispirare te e il tuo lui

Prima di dare a te e al tuo lui tutti i dettagli sull’abito da sposo, iniziate a farvi un’idea con le immagini dei modelli più belli.

In questa foto due modelli indossano un frac e uno smoking di colore nero di Andrea Versali. Il modello in primo piano tiene nella mano destra un cilindro grigio abbinato al gilet
Uno frac e uno smoking da sposo di Andrea Versali
In questa foto un modello indossa uno smoking di colore blu scuro con gilet scollato e papillon di Lubiam
Vestito da sposo di Lubiam
In questa foto un modello indossa un abito da sposo classico di colore blu scuro con gilet a contrasto di colore grigio abbinato alla pochette nel taschino di Luigi Convertini
Modello da sposo di Luigi Convertini
In questa foto un modello indossa un abito da sposo broccato di colore blu di Musani abbinato ad un plastron in tinta
Vestito per lo sposo firmato Musani
In questa foto un modello indossa un abito da sposo classico colore blu elettrico e gilet di colore turchese di Carlo Pignatelli
Abito da sposo blu elettrico di Carlo Pignatelli
In questa foto un modello indossa un abito da sposo spezzato con giacca di colore blu, gilet di colore giallo, pantaloni a righe di Sanvenero
Vestito da sposo spezzato Sanvenero
In questa foto un modello sfila indossando un abito da sposo classico di colore blu scuro di Raimon Sanjurjo
Look da sposo di Raimon Sanjurjo | Ph. Ugo Camera
In questa foto un modello indossa un frac dal taglio moderno di colore blu scuro con gilet e plastron a contrasto di colore grigio perla di Lorenz
Frac moderno blu firmato Lorenz
In questa foto un modello indossa un abito da sposo di colore grigio scuro di Corneliani
Vestito per il matrimonio da uomo di Corneliani
In questa foto un modello sfila indossando un mezzo tight di colore nero con gilet e cravatta a contrasto di colore bianco di Carlo Pignatelli
Mezzo tight di Carlo Pignatelli
In questa foto due modelli indossano uno smoking di colore nero con revers in seta e un tight con plastron di colore grigio con cappello e bastone. Entrambi gli abiti sono di Andrea Versali
Look da sposo di Andrea Versali

Torna all’indice


Modelli abito da sposo, per ogni tipo di uomo

I tipi di abito da sposo sono 7:

  1. classico;
  2. tight o tait;
  3. mezzo tight;
  4. smoking;
  5. frac;
  6. spezzato;
  7. coreano.

Abito da sposo classico

L’abito da sposo classico è il vestito elegante a 3 pezzi, composto cioè da pantaloni, giacca e gilet (che puoi sentire chiamare anche panciotto), o a 2 pezzi, cioè senza il gilet.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo classico di colore blu di Luigi Convertini
Abito classico per lo sposo di Luigi Convertini

Il tessuto usato è uguale per tutte le parti del completo. 

La giacca, che può essere con abbottonatura monopetto a 2 bottoni o doppiopetto, presenta un’apertura posteriore centrale o laterale, mentre sul davanti è completata da tre tasche.

Tight

Il tight o tait, chiamato anche velada, è il vestito da sposo con giacca lunga fino al polpaccio divisa, sul retro, a metà in due code.

In questa foto un modello indossa un tight di Hockerty
Tight da sposo | Via Hockerty.it

La giacca del tight, solitamente nera o grigio scuro, presenta anche un bottone anteriore, un taschino a sinistra e i revers a lancia, cioè a punta (più avanti ti spiegheremo la differenza).

Il tight è l’abito che si indossa con bretelle e plastron e, se al tuo lui piace l’idea, con cilindro e bastone.

Se ti stai chiedendo quando si indossa il tight sappi che, per regola, è l’abito da usare per i matrimoni che si svolgono di mattina. 

La tradizione, inoltre, vuole che, se lo sposo indossa il tight per il suo matrimonio, dovranno indossarlo anche tutti gli uomini all’altare e cioè i testimoni di nozze, il suo papà e il papà della sposa.

Mezzo tight

Il mezzo tight è simile al tight, ma è un abito meno formale.

In questa foto un modello un mezzo tight di Andrea Versali di colore grigio antracite abbinato a cappello e bastone
Mezzo Tight grigio antracite di Andrea Versali

La differenza principale è nella giacca che sulla parte posteriore non è divisa a metà in due code, ma ne presenta solo una tagliata.

Smoking

Lo smoking è un abito da sposo serale e si riconosce subito perché è il vestito con fascia in vita che ha la funzione estetica di creare un’interruzione tra la cintura e la camicia.

In questa foto un modello indossa uno smoking di Carlo Pignatelli di colore nero
Smoking di Carlo Pignatelli

Lo smoking, solitamente di colore blu scuro o nero è composto da: giacca monopetto con revers a lancia o sciallati di raso nero e bottone anteriore; pantaloni affusolati senza risvolto.

Sotto lo smoking si indossa un gilet tono su tono più scollato, mentre la camicia da mettere deve essere rigorosamente bianca con colletto diplomatico, cioè con alette triangolari corte.

Lo smoking si può indossare anche senza gilet.

In questa foto un modello sfila indossando uno smoking con giacca di colore bianco a contrasto con i revers e i pantaloni di colore nero
Smoking firmato Ramon Sanjurjo | Ph. Ugo Camera

Si sceglie questa camicia perché con lo smoking si indossa il papillon di seta nero. 

Mentre le scarpe da abbinare sotto lo smoking sono le Oxford con allacciatura stretta e rigida.

Frac

Il frac, chiamato anche marsina o white-tie (letteralmente cravatta bianca), è un abito da sposo molto elegante e formale tanto da essere indossato dai membri delle famiglie reali e durante le cene di Stato.

In questa foto un modello indossa un frac di Musani di colore blu con gilet in broccato
Frac da sposo di Musani

Il frac è conosciuto anche come abito da sposo redingote perché il suo nome deriva dall’inglese “frock coat” che tradotto in italiano vuol dire, appunto, redingote.

Fa riferimento alla giacca dell’abito che, sul retro, è lunga fino al ginocchio e termina con due code mentre sulla parte anteriore è corta fino alla vita, caratteristica che lo differenzia dal tight. 

La giacca è monopetto con bottoni rivestiti di seta, aderisce al busto e presenta revers a lancia anch’essi di seta neri.

In questa foto un modello indossa un frac di colore blu con gilet e plastron a contrasto di colore bianco di Lorenz
Frac blu da sposo firmato Lorenz

Il gilet è più scollato rispetto agli altri modelli e solitamente è di colore bianco.

I pantaloni del frac non hanno passanti per la cintura, sono affusolati con pinces anteriori e presentano sui lati due piccole fasce di seta nera dette “galloni”.

Infine, la differenza principale tra il frac e lo smoking è che il frac può essere indossato anche per i matrimoni che si svolgono di giorno.

Abito da sposo spezzato

L’abito da sposo spezzato, come dice il suo stesso nome, presenta giacca e pantaloni di colore e tessuto diversi.

In questa foto un modello sfila indossando un abito da sposo spezzato con giacca, gilet e papillon di colore azzurro polvere di Petrelli uomo
Completo da sposo spezzato di Petrelli Uomo

Coreano

L’abito da sposo alla coreana, come la camicia che prende lo stesso nome, presenta una giacca con colletto senza revers.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo coreano di colore blu scuro di Kigili
Abito da sposo alla coreana Kigili

L’allacciatura è monopetto e può presentare sia un solo bottone al centro che una fila di bottoni che parte dal colletto.

Torna all’indice


Giacca da sposo, focus sui dettagli da conoscere

La giacca da sposo o di un abito elegante può essere monopetto o doppiopetto.

La giacca per uomo monopetto presenta solo una fila di bottoni; il modello doppiopetto presenta, invece due file di bottoni.

Altra differenza da osservare sono i revers, cioè i risvolti sulla giacca, che possono essere di 3 tipi:

  • dentellato, la scelta più classica. Questo tipo di rever, che si trova principalmente sulle giacche monopetto, presenta un taglio laterale simile ad uno scalino o, per l’appunto, ad un dente;

  • a lancia o a punta, è il rever che presenta due punte che tendono verso l’alto e che mettono in risalto spalle e petto;

  • sciallato, è il rever senza cran cioè senza taglio che lo divide dal colletto.
In questa foto l'infografica di Sposi Magazine con ti tipi di revers

Giacca aperta o chiusa?

La giacca da sposo va sempre chiusa se sotto non c’è il gilet. Mentre se c’è il panciotto, la giacca da cerimonia può essere tenuta anche aperta.

Va da sé, quindi, che la giacca dello smoking va sempre tenuta chiusa se il tuo sposo sceglie di indossarlo senza gilet.

Inoltre, se la giacca presenta 2 bottoni si dovrà chiudere il primo, mentre se ne presenta 3 si allaccia il bottone di mezzo. Nel gilet, invece, si allacciano tutti i bottoni.

Ad ogni modo, al momento di sedersi, il tuo sposo può sbottonare la giacca per evitare rigonfiamenti e pieghe.

Torna all’indice


Che colore deve essere il vestito dello sposo?

I colori dell’abito da sposo sono tanti e da scegliere in base al carattere del tuo lui, allo stile delle nozze e alla location del matrimonio.

Ecco, allora, una panoramica completa delle nuances e dei toni tra cui optare.

Abito da sposo blu

Il blu è, per tradizione, il colore del vestito da sposo. La scelta più classica è l’abito blu scuro.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo blu scuro di Lorenz
Vestito da sposo blu scuro Lorenz

Ma se cerchi un look con una marcia in più, opta per l’abito da sposo blu elettrico o blu royal.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo di colore blu royal con plastron e revers damascati di Carlo Pignatelli
Vestito blu di Carlo Pignatelli

Abito da sposo bianco

Scelta sicuramente audace ma sempre più gettonata è, invece, l’abito da sposo bianco ideale per un matrimonio che si svolge di mattina.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo con scollo coreano di colore bianco con papillon abbinato di Musani
Abito da sposo Total White di Musani

Il bianco è spesso scelto in vestiti da sposo spezzati nella versione più glamour del Black&White, cioè in bianco e del nero.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo di colore bianco con camicia di colore nero a contrasto di Luigi Convertini
Abito da sposo di Luigi Convertini

Vestito da sposo verde

Non mancano, poi, i colori più decisi come il verde scuro o verde bosco, perfetti per un abito da sposo hipster da indossare per un matrimonio Country chic.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo di colore verde scuro di Angelo Toma
Abito da sposo verde di Angelo Toma

Vestito nero

L’abito da sposo nero è la scelta di stile che non delude mai. Elegante e di classe è il colore più scelto per gli abiti da sposo scuri, perfetto per un ricevimento serale.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo di colore nero di Luigi Convertini
Completo da sposo nero di Luigi Convertini

Abito da sposo chiaro

Ai colori più classici si aggiungono le nuance più tenui come sugli abiti da sposo beige e azzurro polvere perfetti per un matrimonio civile in riva al mare o in un bosco.

In questa foto tre modelli indossano abiti da sposo chiari di Hockerty. Il modello in primo piano indossa un vestito di colore azzurro polvere, i due modelli in secondo piano due abiti di colore beige
Abiti da sposo chiari | Via Hockerty.it

Abito grigio

Nei toni del perla o dell’antracite, l’abito da sposo grigio è un’altra delle opzioni più gettonate dai gentleman 2.0.

In questa foto un modello indossa uno smoking di Brunello Cucinelli di colore grigio antracite
Smoking grigio antracite di Brunello Cucinelli | Via brunellocucinelli.com

La versione più chiara è consigliata per nozze di giorno, mentre la nuance più scura è più adatta a un ricevimento serale al posto del vestito nero.

In questa foto un modello indossa un abito di colore grigio chiaro di Sanvenero
Completo da uomo grigio con gilet doppiopetto di Sanvenero

Abito da sposo bordeaux

L’abito da sposo bordeaux è per l’uomo dalla personalità più decisa che vuole dare un twist al suo look.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo bordeaux di Angelo Toma
Modello da sposo bordeaux di Angelo Toma

A tinta unita o con accessori a contrasto in nero, è l’ideale per nozze fuori dagli schemi.

Torna all’indice


Abito da sposo prezzi: quanto costa in media?

Il prezzo medio di un abito da sposo parte dai 350 euro. A questa cifra si aggiungono i costi di camicia, cravatta e scarpe che, in media, fanno salire il prezzo a circa 500-700 euro.

I costi di un vestito da sposo possono superare i 5000 euro in base alla marca (se il tuo lui desidera un abito prêt-à-porter), al tessuto, al modello scelto e se si tratta di un capo sartoriale, cioè realizzato su misura.

Per esempio, il prezzo di uno smoking è compreso in media tra i 600 e i 3000 euro.

Il costo del tight, invece, parte dai 1000 euro circa, ma può superare anche la soglia dei 6000 euro se si tratta di un completo di alta moda uomo.

Torna all’indice


Abito da sposo particolari, per dare un twist al suo look

Se un vestito classico e formale non fa per lui, può considerare – e puoi sempre consigliargli! – un abito da sposo particolare.

In questa foto un modello un abito da sposo particolare di colore viola con giacca damascata di Carlo Pignatelli
Vestito da sposo particolare firmato Carlo Pignatelli

L’abito da sposo damascato è un modello sicuramente originale che non lo farà passare inosservato.

In questa foto un modello sfila indossando un abito da sposo damascato di colore blu di Petrelli Uomo
Abito da sposo damascato di Petrelli Uomo

È caratterizzato da motivi arabeggianti che risaltano attraverso un gioco di chiaro scuro di due colori a contrasto, ma della stessa palette cromatica (per esempio nero con due tonalità di rosso).

Il tessuto damascato può essere usato all-over, cioè su tutto l’abito, oppure solo sulla giacca, che sia lunga o corta al fianco.

Nella categoria degli abiti da sposo particolari rientra anche il vestito broccato che, a differenza del damascato, presenta ricami in rilievo, colori diversi a contrasto e inserti metallici in oro e argento.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo broccato di colore blu e azzurro di Luigi Convertini
Abito da sposo con giacca in broccato di Luigi Convertini

Se il tuo lui sta pensando ad un cambio look, una giacca sparkling luccicante potrebbe essere un’opzione a sicuro effetto wow.

In questa foto un modello indossa uno smoking con giacca sparkling di colore grigio scuro di Lubiam
Vestito da sposo sparkling di Lubiam

Invece, se si tratta di un matrimonio invernale, una giacca in velluto con revers in seta è l’alternativa più raffinata.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo con giacca in velluto di colore blu di Brunello Cucinelli
Vestito da sposo in velluto di Brunello Cucinelli

Torna all’indice


Come scegliere l’abito da sposo?

Ora che tu e il tuo sposo sapete tutto, ma proprio tutto dei tipi e dei colori degli abiti, adesso è il momento di capire come scegliere l’abito da sposo giusto.

Ecco i 6 elementi da tenere a mente per essere sicuri della scelta finale.

1. Personalità dello sposo.

Il tuo futuro marito è più estroso o più classico? Questo è un aspetto fondamentale da considerare per individuare modello e colore dell’abito del matrimonio.

2. Abito da sposo su misura o prêt-à-porter.

Il tuo futuro sposo dovrà scegliere se farsi realizzare un abito su misura o se acquistare un vestito già pronto a cui apportare qualche modifica successiva.

Da questa decisione dipenderanno tempi di realizzazione, prove e consegna.

3. Stile delle nozze.

Come nel caso dell’abito da sposa, anche per la scelta del vestito da sposo lo stile delle nozze gioca un ruolo fondamentale.

Il tuo lui potrà optare per un look più formale, come un tight o uno smoking o anche un abito classico blu, se la tua cerimonia si svolge in una grande chiesa della tua città e viene seguita da un ricevimento in un’antica dimora storica.

Al contrario, se il tuo è un matrimonio Boho o Country chic, lo sposo può optare per un look più sbarazzino con un abito senza gilet e senza cravatta in tessuti leggeri come il lino e il cotone.

In questa foto un modello indossa un abito da sposo di colore azzurro con giacca doppiopetto di Hockerty
Abito di lino per lo sposo Hockerty

4. Orario del matrimonio.

Alcuni modelli di abito da sposo possono essere indossati, per regola, solo di giorno o solo di sera. 

È il caso del tight, che è previsto solo per i matrimoni che si svolgono di giorno, e dello smoking consigliato, invece, per i ricevimenti serali.

5. Stagione delle nozze.

In base al periodo dell’anno in cui tu e il tuo lui convolerete a nozze bisognerà scegliere il tessuto dell’abito.

Il vestito estivo per lo sposo è solitamente in lana fresca o in misti di filato di lana con fibre naturali come mohair, seta e lino irlandese.

Mentre, il vestito da sposo invernale è solitamente in stoffe più pesanti come la lana 100% o in misti di filato come lana e mohair o lana e seta.

6. Cambio d’abito, sì o no?

Se anche tu hai previsto un second dress, cioè un secondo abito per il ricevimento o il taglio della torta per matrimonio, perché non proporre un cambio look anche al tuo sposo?

Un abito da sposo più particolare e originale è l’idea più adatta 😉​

Torna all’indice


Abito da sposo uomo, cosa chiedersi prima di acquistarlo

Probabilmente il tuo futuro sposo sta pensando di acquistare il suo abito per il matrimonio ma, come tanti come lui, ha ancora qualche dubbio sui tempi e su come procedere. 

Di seguito rispondiamo alle domande più frequenti.

In questa foto tre modelli indossano abiti da sposo di colore blu scuro di Kigili
Abiti da sposo Kigili
  • Quanto tempo prima si compra il vestito da sposo?

L’abito da sposo si compra almeno 4-6 mesi prima della data del matrimonio se si tratta di un modello prêt-à-porter, acquistato in un atelier e a cui è necessario apportare solo qualche modifica per portarlo a misura (per esempio, stringere il punto vita e accorciare l’orlo dei pantaloni).

Ma se la sua preferenza dovesse ricadere su un abito su misura, il tuo sposo dovrà recarsi in sartoria almeno 9-10 mesi prima.

Sarà necessario, infatti, prendere tutte le misure per ogni componente dell’abito e fissare almeno tre prove prima della consegna.

  • Chi paga l’abito dello sposo?

L’abito dello sposo, per tradizione, è pagato dalla famiglia dello sposo.

Ma non è raro che sia lui stesso a partecipare alle spese per l’acquisto del suo vestito.

  • Chi sceglie il vestito dello sposo?

È chiaramente lo sposo a scegliere il suo abito. Ma accade sempre più spesso che venga consigliato nella scelta, non solo dai genitori e dagli amici più intimi, ma anche anche dalla sposa.

Se, per superstizione, l’abito della sposa non può essere visto dallo sposo prima delle nozze, lo stesso non vale per il vestito di lui.

Nel caso volessi rinunciare alla sorpresa, al tuo First Look (cioè alla prima volta che lo vedrai all’altare), puoi aiutarlo a selezionare lo stile e il modello anche in base al tuo vestito.

In questa foto un modello sfila indossando un mezzo tight di colore nero con cappello e bastone di Petrelli Uomo
Look da sposo firmato Petrelli Uomo
  • Chi portare alla scelta dell’abito da sposo?

Alla prova dell’abito da sposo è fondamentale portare le persone che conoscono bene lui e anche te e cioè: i testimoni di nozze, i compari d’anello (se avete scelto di averli).

A loro, chiaramente, si aggiunge la famiglia dello sposo: con mamma, papà, fratelli e/o sorelle il tuo lui sceglierà il vestito che indosserà nel vostro giorno più bello.

  • Quale cravatta per lo sposo?

Se l’abito è scuro si abbina una cravatta chiara. Al contrario, se l’abito è chiaro si opta per una cravatta scura.

La cravatta per lo sposo si sceglie anche in base alla fisicità: se il tuo lui è alto e slanciato può optare per una cravatta slim, cioè sottile; oppure se è più robusto puoi consigliargli una cravatta più larga e spessa.

Occhio, poi, alla lunghezza della cravatta che non deve superare mai la cintura.

Inoltre, se ti stai chiedendo cos’è più elegante tra la cravatta e il papillon e quando si mette la cravatta e quando il papillon la risposta è una soltanto: la cravatta è sempre elegante, ma non si può indossare con lo smoking per cui si preferisce il papillon.

Infine, un’altra alternativa più formale è rappresentata dal plastron, simile ad una cravatta più larga con nodo già pronto che si può fermare, se al tuo lui piace l’idea, con una piccola spilla gioiello.

In questa foto un modello sfila indossando un abito da sposo di colore blu scuro con gilet e plastron di colore grigio perla di Ramon Sanjurjo
Plastron su un look da firmato Ramon Sanjurjo | Ph. Ugo Camera
  • Quale camicia per lo sposo?

La camicia per lo sposo è solitamente bianca in tessuti pregiati come il Popeline, Pinpoint, Piquet e Dobby. 

Spesso, però, a fare la differenza è il colletto: se è francese o italiano si abbina alla cravatta; mentre, se il tuo lui sceglie lo smoking, il colletto deve essere diplomatico da abbinare al papillon.

In presenza di gemelli, poi, il polsino che deve essere francese chiamato anche doppio.

Torna all’indice


Abito da sposo galateo, le regole per veri gentleman

Ebbene sì, esistono anche le regole del Galateo per l’abito da sposo a prova di veri gentleman 😎​

Ecco le 12 regole da non dimenticare:

  1. l’abito classico può essere indossato sempre;

  2. il tight e il mezzo tight sono consigliati solo per i matrimoni che si svolgono di giorno. Se lo sposo sceglie il tight, dovranno indossarlo anche tutti gli uomini presenti all’altare (padri, fratelli, testimoni);

  3. il frac e lo smoking si possono indossare solo al calar del sole, dopo le 18. Nel caso del frac il panciotto è d’obbligo;

  4. l’abito da sposo spezzato e i vestiti damascati e broccati, sono consigliati solo in caso di cerimonie più informali;

  5. gli abiti in tessuti che non siano misto lana, come lino e cotone si possono scegliere per matrimoni meno formali;

  6. il grigio scuro è consigliato per i matrimoni invernali, il blu per i matrimoni primaverili, mentre il gessato è ammesso ma solo per matrimoni mattutini ed estivi;

  7. la camicia deve essere bianca con un taglio regolare, non sagomato e con polsini rigidi per i gemelli;

  8. oltre all’orologio e alla fede, ok agli accessori come fiore all’occhiello o pochette, gemelli e fermacravatte, purché siano poco appariscenti e abbinati allo stile dell’abito;

  9. se il tuo lui ha scelto di indossare anche il cappello, ricordagli di toglierlo durante la cerimonia in chiesa e in luoghi al chiuso;

  10. l’abito da sposo non si può indossare senza gilet e senza cravatta;

  11. cravatta, papillon o plastron devono essere in seta e possibilmente nei toni del grigio, del blu e del bordeaux;

  12. le scarpe devono essere stringate e mai in vernice.

Torna all’indice

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Comments Yet.

Previous
Abiti da sposa Capri 2023, modelli glamour e sartoriali
Abito da sposo, tutto quello che c’è da sapere sul Groom-Look

Scarica gratuitamente
Sposi Magazine 2022

VERSIONE DIGITALE