Velo da sposa: ecco i 5 modelli tra cui scegliere il tuo!

Dalla veletta al velo cattedrale, il velo da sposa è una questione di lunghezza! Ecco i 5 modelli che devi assolutamente conoscere, per scegliere quello più adatto al tuo abito e alla tua fisicità.


Dire “velo” è come dire “sposa”. E la prima immagine che viene in mente è quella dei due innamorati che si incontrano all’altare, quando guardandosi negli occhi lui alza il velo – appunto – di lei.

Messaggio pubblicitario

Nonostante le proposte in fatto di accessori per la sposa sia ormai tantissime, restano di più le ragazze e donne che come te – sognando il grande giorno – si immaginano splendide nel loro abito bianco e con il velo da sposa di rigore sul capo.

Si tratta, dunque, di un accessorio fondamentale, che va scelto con cura perché completa l’outfit ma ha tutto il potere di bilanciarlo come sbilanciarlo. Guai, allora, a sbagliare nella sua scelta: corto o lungo, semplice o lavorato, in tulle o in tessuto più pesante, deve sempre e comunque “sposarsi” all’abito e alla fisicità della donna che dovrà indossarlo!

Messaggio pubblicitario
Velo da sposa
Velo da sposa

Velo da sposa: cosa significa e perché lo indossiamo

Prima di analizzare le 5 tipologie di velo da sposa tra cui potrai scegliere il tuo, devi sapere che questo prezioso accessorio esiste praticamente da sempre.

Quando i matrimoni erano ancora combinati, era uno stratagemma perfetto per nascondere il volto della sposa fino al momento del “Sì”, soprattutto se la fanciulla non spiccava per bellezza!

Messaggio pubblicitario

Nell’antica Roma, poi, il velo da sposa era indossato anche come simbolo di buon augurio: durante la cerimonia, il flemmum – così si chiamava – veniva posto pure sulla testa dello sposo, con l’obiettivo di proteggere la coppia. Veniva realizzato nei colori del fuoco: giallo o rosso.

Facendo un balzo avanti nel Medioevo, invece, il significato del velo della sposa ha subito un’ulteriore evoluzione. Fermato sul capo della sposa con fili d’oro e perline, si pensava avesse il compito di proteggere la donna dagli spiriti maligni.

Messaggio pubblicitario

Oggi ha un valore puramente simbolico, naturalmente; ma anche questo cambia da un Paese all’altro del mondo: nel caso del Giappone, ad esempio, la tradizione vuole che il velo venga indossato dalla sposa per nascondere la sua gelosia.

Velo da sposa

I 5 tipi di velo sposa: tutto dipende dalla lunghezza 

In base al tipo di abito (ecco come scegliere il vostro!), all’orario in cui si svolge la cerimonia, all’acconciatura della sposa e allo stile delle nozze, dunque, dovrai scegliere il tipo di velo da indossare.

Già, perché ne esistono 5 diverse tipologie in base alla lunghezza: può arrivare alle spalle, alla vita oppure ai fianchi. Può essere anche lunghissimo e arrivare a competere con quello delle vere e proprie principesse!

Questi i 5 tipi di velo sposa esistenti:

  • Veletta
  • Velo a triangolo o petalo
  • Velo a scialle
  • Velo a mantiglia
  • Velo cattedrale

Veletta

La veletta è uno dei veli più romantici, il più corto, perfetto per un matrimonio anni ’20 o ’30. Viene appuntato sulla parte alta della testa o anche lateralmente, può coprire solo gli occhi o l’intero volto.

Con la veletta, il romanticismo cede il passo al glamour hollywoodiano, conferendo alla sposa un fascino intrigante e spiccatamente femminile.

Velo da sposa
Velo da sposa
Velo da sposa

Velo a triangolo o a petalo

Lungo fino alle spalle, il velo a triangolo – anche detto velo a petalo – si aggancia ai capelli con un piccolo pettinino. E’ un velo da sposa sbarazzino e può essere formato da uno strato unico o doppio di tulle. Perfetto per delle nozze vintage, anni ’50.

Velo da sposa
Velo da sposa

Velo a scialle

Lungo fino alla vita e adatto soprattutto ad un abito scollato, il velo a scialle spesso si caratterizza per una ricca bordatura di pizzo, che permette alla donna di essere appoggiata sulle spalle ed evitare così di dover indossare un copri spalle durante la funzione religiosa.

Velo da sposa
Velo da sposa

Velo a mantiglia

Un po’ più lungo del velo a scialle, la mantiglia va indossata appoggiata direttamente sul capo e tenuta ferma da un fermaglio decorato o da una semplice mollettina nascosta.

Velo da sposa
Velo da sposa
Velo da sposa
Velo da sposa

Velo cattedrale

Ed eccoci arrivati al modello più lungo in assoluto: quello del velo cattedrale. Nella sua sfera ingloba anche il Royal, che può raggiungere i 7 metri ed è destinato alle spose reali.

Per buona norma, si stabilisce che il velo cattedrale non debba superare la lunghezza dei 3 metri anche perché – diciamocela tutta! – sarà sicuramente bellissimo da vedere e consente di scattare foto d’effetto ma… Proprio praticissimo non è!

Questa tipologia è fortemente indicata per matrimoni improntati su uno stile elegante e formale, magari con la cerimonia celebrata in una cattedrale (nomen omen) o in una chiesa dalle dimensioni e dalle decorazioni importanti.

Velo da sposa
Velo da sposa
Velo_da_sposa_cattedrale_3
Velo da sposa

Velo da sposa della mamma o della nonna?

Se invece, avete ereditato il velo da sposa della nonna o desiderate utilizzare il velo indossato da vostra madre per il giorno del matrimonio, ecco che allora sarà fondamentale partire proprio da questo per scegliere l’abito. Lo porterete con voi in atelier e vi orienterete per scegliere un vestito con la stessa nuance di colore.

Il velo da sposa quando si toglie: i consigli del galateo

Una volta scelto abito e velo da sposa, tenete a mente un paio di dritte che arrivano direttamente dal galateo del matrimonio:

  1. fate il vostro ingresso in chiesa con il capo coperto dal velo; solo una volta raggiunto l’altare, il vostro futuro marito dovrà spostarlo e portarlo indietro per scoprirvi il viso (se rimasto arruffato, chiedete alle testimoni di sistemarlo!);
  2. è bene tenere il velo per tutto il tempo della cerimonia e durante il servizio fotografico; in location, invece, siete libere di toglierlo e fare addirittura il vostro grande ingresso al ricevimento già senza.
Sposi Magazine 2020
Acquista Sposi Magazine 2020

Messaggio pubblicitario

Condividi

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.