Location per matrimonio: tutto quello che devi sapere (e che gli altri non dicono!)

Dalle domande da fare ai gestori prima di prenotare alle tipologie di strutture tra cui scegliere quella in cui festeggiare le tue nozze, ecco per te la Guida completa alla Location per Matrimonio: informazioni, idee e consigli con tutto quello che devi sapere!     


È il luogo in cui andrà in scena il vostro amore, quello che diventerà a pieno titolo uno dei tuoi posti del cuore. Ed è per questo che sulla location per matrimonio devi sapere proprio tutto, perché in questa scelta non sono ammessi errori!

Quando parliamo di location per matrimoni intendiamo tutte le strutture in cui poter organizzare il banchetto e la festa di nozze, dopo che è avvenuta la celebrazione del matrimonio (sia che venga fatta in chiesa che in Comune).

Da qualche anno a questa parte, però, molte location hanno “cambiato pelle” e si sono attrezzate per non essere più soltanto il luogo in cui organizzare il ricevimento, ma anche il posto in cui poter celebrare il rito nuziale: la maggior parte può ospitare il matrimonio civile, mentre una piccolissima percentuale ha la possibilità di ospitare l’unione religiosa, officiata dal prete.

Location per matrimonio, ecco la guida completa per aiutarti a fare la scelta giusta

L’obiettivo di questo articolo, dunque, è darti una mano a scegliere la location per matrimonio più giusta per te, il tuo futuro marito e per il tipo di festeggiamenti che avete intenzione di organizzare e condividere poi con i vostri ospiti. 

Ecco quali argomenti affronteremo:

  1. Come scegliere la location giusta
  2. Quando prenotare la location per le nozze
  3. Le tipologie di location per matrimoni
  4. Scegli in base al piano A, ma non sottovalutare quello B
  5. Cosa chiedere ai gestori prima di prenotare la location
  6. Catering matrimonio interno o esterno?
  7. Affitto della location, un costo a parte?
  8. Idee per posti particolari dove sposarsi 
  9. Quali tipi di ricevimento per matrimonio esistono

Come scegliere la location matrimonio giusta

La prima domanda in assoluto che sicuramente ti sei fatta – e che di certo si pongono ogni giorno moltissime future spose come te – è “Come scelgo la location giusta per le mie nozze?”.

In effetti, ci sono degli aspetti che devi tenere in considerazione per fare innanzitutto una prima scrematura tra tutte le strutture che si trovano nella tua zona (o in quella in cui ti sposerai, se hai deciso di allontanarti un po’). Ecco le domande a cui dovrai rispondere:

Messaggio pubblicitario

In che stagione sarà celebrato il matrimonio?

Se si tratta di mesi estivi, puoi organizzare il ricevimento all’aperto. Se, invece, convolerai a nozze in autunno o inverno, meglio che la location abbia una sala e spazi interni che ti piacciano!

Matrimonio all’aperto?

Devi decidere sin da subito che tipo di spazi ti piace se vuoi che banchetto e festeggiamenti siano all’aperto. Quindi, prova a capire se preferisci organizzare su un prato all’inglese, in un giardino all’italiana, in una location vista mare o immersa nei boschi, con un panorama mozzafiato.

Quale sarà il mood/tema delle nozze?

È il quesito da porti quasi in contemporanea con il precedente e da cui dipende sia la scelta della tipologia di location, che l’allestimento vero e proprio della struttura!

Quanti sono gli invitati al matrimonio?

Anche questo è un aspetto di fondamentale importanza: non tutte le location hanno aree adeguate ad ospitare grandi numeri. O ancora, non hanno spazi ugualmente grandi sia all’esterno che all’interno. 

Perché è importante quest’ultimo aspetto? In caso di pioggia improvvisa e inattesa, ad esempio, avresti bisogno di spostare tavoli e ospiti negli spazi al chiuso; sarebbe un peccato finire con lo stare troppo stretti (del piano B parleremo più avanti)!

Che budget hai a disposizione?

Sapere quanto puoi spendere per l’eventuale affitto della location e il costo della cena non è un aspetto da considerare secondario, anzi. Conoscere in che fascia di prezzo si trova una location, ti può permettere di capire subito se tenerla in considerazione o meno.

La location è facilmente raggiungibile?

Non è fondamentale, ma neppure da escludere. Gli invitati ad un matrimonio, si sa, non amano raggiungere posti impervi, difficili da trovare o che costano ore di macchina. Se proprio la location di cui ti sei innamorata è posizionata in un luogo “scomodo”, cioè non facile da raggiungere, allora considera la possibilità di affittare dei pullman o mini van per portarci gli ospiti: dai loro un punto di raccolta, dove parcheggeranno le loro auto e dove saranno poi riportati al termine dei festeggiamenti.  

Ti sposi con rito civile e vuoi celebrarlo nella stessa location del ricevimento? 

Tantissime coppie di futuri sposi, oggi, scelgono di sposarsi con rito civile sfruttando la stessa location in cui hanno intenzione di organizzare banchetto e festeggiamenti. Se è quello che desideri fare anche tu, allora sii certa di scegliere una location in cui è permesso celebrare matrimoni con rito civile (chiedilo espressamente ai gestori) e che abbia uno spazio dedicato alla cerimonia, diverso da quello in cui poi andrete a mangiare e divertirvi tutti insieme.


Quando prenotare la location del matrimonio?

Una delle paure più comuni tra le future spose, in fatto di location per le nozze, è arrivare in ritardo e trovare tutte le location già prenotate. Keep Calm! 

Mediamente, la proposta di matrimonio perfetta (ti suggeriamo di far leggere questo articolo sulla proposta perfetta al tuo fidanzato!) arriva un anno prima delle nozze.

Il passaggio successivo che dovrai fare con il tuo compagno è scegliere la data in cui vorrete sposarvi. In tal senso, ti consiglio di stabilirne anche una “di riserva” nel caso in cui la chiesa non fosse disponibile proprio quel giorno: se la data in cui avete pensato di sposarvi non coincide con un anniversario particolare o un momento molto importante e significativo per la vostra coppia, allora un po’ di flessibilità vi potrà tornare utile. 

Ma… Si prenota prima la chiesa o il ristorante? Decisamente la Chiesa, o il Comune in caso di rito civile da svolgere nella casa comunale. Subito dopo, poi, la location del matrimonio. Il tutto, comunque, deve avvenire circa un anno prima delle nozze.

Un’annotazione: molti sposi, ormai, cominciano i loro tour tra chiese e location in contemporanea, così da avere subito idea delle date disponibili e procedere alla prenotazione di entrambi quasi nello stesso momento.  


Location per matrimonio: le 12 tipologie tra cui scegliere la tua

Nella scelta del luogo in cui festeggiare le tue nozze, come anticipato prima, devi tenere conto anche dello stile e del mood che vorrai dare alla giornata. Oltre che alle esigenze di spazio, budget, ecc.

Ecco, allora, che penso sia utile per te conoscere le 12 tipologie di location per matrimonio che esistono e in cui puoi organizzare il tuo:

  • castello
  • villa
  • palazzo nobiliare
  • borgo
  • masseria
  • baglio
  • agriturismo
  • casale
  • resort
  • relais
  • ristorante/sala ricevimenti
  • hotel

Castelli per matrimoni

È il luogo da fiaba per eccellenza. Anche letteralmente! Scegliere di sposarti in uno dei castelli per matrimoni di cui l’Italia è ricca, significa mettere a punto un matrimonio romantico, da sogno.

Si tratta di una tipologia di location che quasi sempre offre incantevoli spazi esterni, sia in forma di giardini che di corti interne; e che permette, dunque, di sfruttare diversi angoli della location per altrettanti momenti del ricevimento. Rispetto alle sale interne, generalmente quelle di un castello hanno dimensioni ampie anche in altezza e custodiscono tutto il fascino della storia. 

In ogni caso, il suo essere così maestoso fa del castello la location ideale per matrimoni con parecchi invitati, da celebrare sia in inverno che in estate. E, in ultimo, ti consente di fare il primo ballo da marito e moglie in una sala ad hoc, che potrai allestire per l’occasione!

In questa foto il cortile del Castello di Tabiano, a Salsomaggiore Terme, allestito per un banchetto nuziale
Castello di Tabiano (Salsomaggiore Terme)

Ville per matrimoni

Poi ci sono le ville per matrimoni, una delle location più gettonate dalle coppie di futuri sposi. Ne esistono, infatti, di svariati tipi e stili.

Ci sono le ville storiche, cioè palazzi antichi con importanti giardini tutto intorno, in cui non è difficile trovare anche piccole cappelle private. Di solito, si tratta di costruzioni appartenute ad importanti famiglie della zona in cui sorgono. Si possono trovare pure dentro le città.

In questa foto una veduta dall'alto della location per matrimoni Villa Corsini a Mezzomonte, in Toscana
Villa Corsini a Mezzomonte (Impruneta, Firenze)

E ci sono anche le ville moderne, costruite nell’ultimo ventennio con l’obiettivo proprio di ospitare matrimoni ed eventi. Via libera a piscine, prati all’inglese, tenso-strutture e grandi spazi per ospitare matrimoni parecchio numerosi. 

In questa foto il retro di villa Patrizia di Magnago, con il suo prato verde all'inglese e la piscina
Villa Patrizia di Magnago (Milano)

Palazzi nobiliari e dimore storiche per matrimoni

Il palazzo nobiliare – lo dice già la parola in sé – è un’antica dimora che, nei secoli precedenti, è stata abitazione di re, principi e signori. Si tratta, dunque, di una costruzione che trasuda storia, di grande pregio architettonico. 

Spesso sorge nelle città, tra un palazzo moderno ed un altro. Perché è, a tutti gli effetti, ciò che resta di una dinastia, di un regno, di una civiltà che ha caratterizzato anche il gusto artistico della zona in cui sorge. 

Spesso i palazzi nobiliari si contraddistinguono per l’avere all’interno tante sale piccole ma bellissime: è il motivo per cui, organizzando il matrimonio in una dimora storica come questa, dovrai mettere in conto che i tavoli con i tuoi ospiti saranno suddivisi nelle varie stanze (magari comunicanti tra loro).

Al contrario, se il tuo sarà un matrimonio con pochi invitati, la sala di un palazzo nobiliare ti garantirà intimità e bellezza.  

In questa foto un lungo tavolo imperiale allestito all'interno di una delle sale di Palazzo Borghese, a Firenze
Palazzo Borghese (Firenze) Ph. Righi
In questa foto un tavolo imperiale allestito per un matrimonio all'interno di uno dei saloni di Palazzo Ca' Zenobio, a Venezia
Palazzo Ca’ Zenobio (Venezia)

Sposarsi in un borgo

Se vuoi avere un piccolo paese tutto a disposizione tua, di tuo marito e dei vostri invitati, allora la location che dovrai scegliere è senza dubbio un antico borgo.

L’Italia, per fortuna, è piena di paesini non più abitati ma che sono stati salvati dall’erosione del tempo e che, adesso, fanno da scena a matrimoni unici. Belli davvero.

Il borgo, in genere, ha mura che ne delimitano il perimetro e perciò al suo interno è facile trovare i resti della chiesa di paese, delle abitazioni e delle botteghe di chi viveva lì. Può essere, storico, medievale, marinaio, ecc.

Spesso, comunque, questa tipologia di costruzione si trova su altopiani o colline, per cui gode di terrazze con viste spettacolari.

In questa foto la terrazza di Spao Borgo San Pietro, in Umbria, allestita per un matrimonio con tavoli rotondi e fili di luci sospese in cielo
Spao Borgo San Pietro (Allerona, Umbria)

Matrimonio in masseria o in un baglio

Tra campi di ulivi, cieli limpidi e antiche costruzioni dal sapore rustico: così è un matrimonio in masseria, cioè in quella che un tempo era una fattoria fortificata che di solito sorgeva al centro di un latifondo sterminato.  

Molti proprietari di masserie oggi le hanno trasformate in relais e country boutique hotel, in cui il lusso è la parola comune. Poche stanze, standard qualitativi altissimi

l baglio è una sorta di masseria, ma con struttura “a corte” fortificata, che si diffuse in Sicilia fra il Cinquecento e il Settecento. 

In questa foto la corte interna di Masseria Montalbano, ad Ostuni, in Puglia, allestita con i tavoli di un matrimonio
Masseria Montalbano (Ostuni, Puglia)
In questa foto, lunghi tavoli imperiali allestiti per un matrimonio negli spazi esterni di Masseria San Nicola, a Savelletri, in Puglia
Masseria San Nicola (Savelletri, Puglia)

Casali e agriturismi per matrimoni

Sulla scia delle masserie e dei bagli, dunque di ricevimenti da vivere a pieno contatto con la natura, spunta anche l’opzione casale e – più in generale – quella degli agriturismi per matrimoni.

Quando si parla di casale, si intende una sorta di casa di campagna, cioè è un insieme di edifici rustici prima utilizzati come abitazione e che sorgono nel bel mezzo di una campagna isolata.  

Negli ultimi anni, sempre più gestori di casali e immobili rurali hanno deciso di “convertirli” in agriturismi, quindi in strutture ricettive a tutti gli effetti.

Il matrimonio organizzato in un luogo così si trasforma, dunque, per te e i tuoi ospiti in una vera e propria esperienza di contatto con la natura: alberi, prati, campi coltivati tutto intorno; e nei piatti cibo a chilometro zero, quasi sempre prodotto nell’orto della stessa tenuta. In più, la possibilità anche di venire in contatto con gli animali ospitati nell’agriturismo (grandissima attrazione, soprattutto per gli invitati più piccoli!). 

Il tutto, però, incastonato in ambienti assai curati e ammodernati, che non risentono del passare del tempo ma che – anzi – ne mostrano solo il lato migliore, quello più affascinante. 

In questa foto gli spazi esterni di Cascina Boscaccio, alle porte di Milano, allestiti con decorazioni aeree e tavoli imperiali per un matrimonio dallo stile Country Chic
Cascina Boscaccio (Gaggiano, Milano)

Resort per matrimoni e relais di lusso

I relais e i resort per matrimoni rientrano nella tipologia di location vocate ad ospitare eventi di lusso, magari con un numero di invitati ridotto. Si tratta, infatti, di veri e propri “rifugi”, oasi di benessere in cui godere di comfort e piaceri

Esistono diversi tipi di resort, da scegliere in base all’esperienza e dunque al tipo di matrimonio che desideri offrire ai tuoi ospiti: i resort al mare, i resort invernali, i Destination resort, i resort all-inclusive e gli Spa resort. Il loro punto di forza sta tutto nei servizi offerti, speciali e di altissimo livello qualitativo; generalmente queste strutture hanno spazi molto grandi, proprio perché devono essere in grado di soddisfare esigenze di ogni forma (dal campo da tennis alla spa).

I relais, invece, sono delle dimore di charme; alberghi, di solito di piccole dimensioni, che si contraddistinguono per l’eleganza degli interni e per una gestione – spesso familiare – particolarmente attenta alla cura dei dettagli. Possono sorgere in pieno centro cittadino come in mezzo alla natura e, anche in questo caso, a fare la differenza sono i servizi offerti e le proposte esclusive. 

Quindi, il resort o il relais (da scegliere in base al numero di invitati) è il posto giusto per il tuo matrimonio se stai pensando di organizzare un evento nel segno del lusso. Magari che duri anche qualche giorno, sia in compagnia dei tuoi ospiti o solamente insieme a tuo marito per concedervi qualche coccola prima di partire per il viaggio di nozze.

In questa foto una ve
Resort Cave Bianche (Isola di Favignana)

Sala ricevimenti (o il ristorante)

In fatto di location per matrimoni, un’altra opzione che puoi tenere in considerazione è la sala ricevimenti o il ristorante

Nel primo caso – quello della sala ricevimenti – si tratta di un grande salone pensato proprio per ospitare i banchetti nuziali, in cui trovano facilmente spazio parecchi tavoli, l’angolo per i musicisti e la pista da ballo (che generalmente si ricava nella parte centrale della sala). È la location l’ideale per nozze con molti ospiti e se vuoi offrire un banchetto più “lungo”, cioè con un menù che prevede svariate portate tra antipasti, primi, secondi e dolci serviti al tavolo; dove il ballo è un momento per così dire secondario.

Se per esigenze di budget o semplicemente per gusto, non vuoi né una struttura in esclusiva né una sala ricevimenti tutta per te e i tuoi ospiti, allora puoi anche scegliere di invitare tutti al ristorante subito dopo aver pronunciato il tuo “Sì, lo voglio”.

In questa foto un tavolo vista mare del ristorante Belvedere, sul Lago Maggiore, allestito per ospitare un pranzo di matrimonio
Ristorante Belvedere (Isola dei Pescatori, Lago Maggiore)

Hotel per matrimoni

Una sala ricevimenti è ciò che si trova, generalmente, all’interno di un hotel per matrimoni. Questa opzione è parecchio diffusa all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, mentre qui in Italia non rappresenta la location più gettonata tra le coppie di futuri sposi. A meno che non si tratti di una struttura ricettiva di lusso, che mette a disposizione spazi particolarmente affascinanti, come serre, giardini d’inverno, terrazze sul mare. 

In questa foto due sposi si scambiano le promesse nuziali sulla terrazza del Grand Hotel Tremezzo, con vista sul Lago di Como
Grand Hotel Tremezzo (Lago di Como)Ph. Rellini Art Studio

Dove festeggiare il matrimonio? Occhio al piano… B!

Restando in argomento dove festeggiare il matrimonio, quindi come scegliere la location delle nozze, ti consigliamo vivamente di non sottovalutare l’influenza del… PIANO B!

Nel definire il luogo in cui festeggerai con amici e parenti il tuo “Sì, lo voglio” devi assolutamente partire dai tuoi desideri, da come l’hai sempre sognato e dal tipo di esperienza che vuoi sia quel giorno. Quindi, dal tuo piano A.

Questo, però, non significa che nella programmazione delle nozze non devi considerare anche variabili inattese come il maltempo. E questo è il motivo per cui, nella scelta della location, devi capire se il piano B proposto da una struttura o dall’altra soddisfa le tue esigenze. Soprattutto se ti sposi in mesi un po’ “pazzi” come aprile, maggio o settembre.

Quando andrai a visitare le location “papabili”, allora, domandati:

  1. Lo spazio interno è grande abbastanza da contenere tutti gli invitati e lasciarci libertà di movimento?
  2. La tipologia di sala in cui dovremmo trasferirci mi piace?
  3. Sono disposta ad accettare che i tavoli vengano disposti in sale più piccole, quindi diverse (nel caso soprattutto di un matrimonio organizzato nel giardino di una villa antica o una dimora storica)?

-> Un consiglio, però, sento proprio di dartelo: pensa al piano B, ma non farti condizionare eccessivamente. È difficile, infatti, che la “seconda opzione” possa piacerti quanto la prima, semplicemente perché non rispecchierà mai il sogno che ti sei prefigurata dettaglio dopo dettaglio!


Leggi anche:


Cosa chiedere alle location matrimoni: le 15 domande assolutamente da fare

Ricapitolando, nella scelta della location devi tenere in considerazione diversi aspetti:

  • mese in cui ti sposerai;
  • numero degli ospiti;
  • mood delle nozze;
  • budget a disposizione;
  • luogo in cui si trova;
  • piano B;
  • eventuale celebrazione del rito nella location. 

Ci sono, però, degli altri aspetti da non sottovalutare e su cui ti suggerisco di “interrogare” il proprietario o il gestore della struttura. Ecco cosa chiedere alla location matrimoni prima di prenotare: 

1. È una location per matrimonio con catering interno o il servizio è esterno?

Dovrai accertarti se le cucine sono all’interno della location, che ha dunque una propria brigata di cuochi; o se la struttura mette a disposizione solo gli spazi, dunque sarà tuo compito scegliere i professionisti che si occuperanno del menù di nozze e degli allestimenti dei tavoli.

In tal senso, è giusto fare differenza tra il servizio di catering e quello di banqueting: il primo consiste nella fornitura di alimenti e bevande per eventi e cerimonie, dunque nell’occuparsi soltanto della preparazione del menù. Il secondo servizio, invece, ingloba anche la la preparazione, l’organizzazione e la presentazione dell’evento.

Per capirci: se il servizio di catering è esterno alla location, dovrai parlare con la ditta a cui ti affiderai non solo del menù, ma anche delle tipologie di tavoli da usare, dei tovagliati e della mise en place.

2. L’affitto della location ha un costo a parte?

Se il servizio di catering/banqueting è esterno, significa che la location ti mette a disposizione soltanto i suoi spazi e che, perciò, ci sono dei costi di affitto che devi considerare nel totale delle tue spese. 

Può capitare che il prezzo dell’affitto della location cambi sulla base di quali spazi sceglierai in fase di accordo di utilizzare e quali, invece, resteranno fuori dal contratto. 

3. Quali sono i servizi inclusi? E quelli esclusi?

Soprattutto se si tratta di location con catering interno, molte fanno allora rientrare nel costo totale le bevande illimitate, la torta nuziale, le stoviglie e il tovagliato, i menù stampati, i centrotavola, il tableau de mariage, l’attrezzatura da cucina e il personale addetto comprensivo di sommelier. 

Tra i servizi che si tendono ad escludere nel conteggio del costo, invece, ci sono eventuali allestimenti esterni (gazebo, tenso-strutture, sedute da esterni, ecc.), l’Open Bar e, in alcuni casi, la torta nuziale.

4. La torta nuziale è compresa nel prezzo?

Chiedi espressamente se ad occuparsi della torta del matrimonio è la location oppure se dovrà essere tuo compito commissionarla ad una pasticceria di fiducia. E, in caso debba pensarci tu, domanda pure a proposito delle modalità di consegna del dolce. 

5. Se alcuni invitati non si presentano all’ultimo minuto, che succede?

Ponendo questa domanda, il tuo obiettivo è sapere se esiste la possibilità di recuperare la quota di chi ha dato forfait all’ultimo minuto o se, in alternativa, avresti diritto ad uno sconto.  

6. Con quanto anticipo va confermata la lista degli invitati?

Questa domanda è consequenziale alla precedente! 

7. Qual è il costo totale del ricevimento?

Patti chiari e amicizia lunga, come si suol dire. Oltre al prezzo del pranzo per invitato, tira le somme con il gestore della location e fatti dire chiaramente quale sarà il costo totale del ricevimento di nozze. Comprensivo, cioè, di eventuali costi aggiuntivi che non sono compresi nella quota per ospite. 

8. A quanto ammonta la caparra?

A questo punto, ti consiglio di chiedere a quanto ammonta l’acconto che dovrai lasciare per bloccare la location nella data delle tue nozze. E subito dopo chiedi…

9. Sono previste altre tranche di pagamento?

Accertati se tra l’acconto e il saldo finale (da pagare il giorno del matrimonio) ci sono delle rate intermedie. Se così fosse, fatti dire anche quando dovranno essere corrisposte.  

10. E se il matrimonio viene cancellato, cosa succede?

L’augurio è che resti l’ipotesi più remota, ma prevenire è meglio che curare: non esitare a domandare alla location se, in caso di annullamento del matrimonio, è previsto un servizio di cancellazione che ti permetta di recuperare parte – seppur minima – del denaro già speso!

11. Quante ore di festeggiamenti sono comprese nel prezzo? E se il party dura di più?

In fase di stipula del contratto con la location, è bene pattuire anche per quante ore andranno avanti i festeggiamenti. A questo punto, però, chiedi se sono previsti costi extra (e a quanto ammontano) nel caso in cui la festa si prolungasse oltre i tempi stabiliti dall’accordo.

12. Se voglio un particolare allestimento o mise en place, devo pagare di più?

Vuoi un particolare tovagliato o preferisci un tavolo imperiale rispetto a quelli tondi? Hai un’idea particolare sull’illuminazione? Allora, informati se e quanto costa in più usufruire di questi particolari allestimenti e se il prezzo tiene conto anche delle opere di montaggio e smontaggio. Potrebbe succedere, infatti, che la location non abbia questa attrezzatura in dotazione e, dunque, bisognerà affittarla.

Non dimenticare di chiedere se puoi fare un sopralluogo il giorno prima del ricevimento per addobbare la sala come più ti piace!

13. L’Open Bar è considerato nel prezzo o ci sono costi aggiuntivi?

Il costo dell’Open Bar non sempre è incluso nei servizi offerti dalla location o dal banqueting. Il più delle volte dipende dal numero di persone per cui lo metterai a disposizione. In media è di 10 euro cada uno e prevede anche la presenza del cameriere addetto. 

Quella di pagare una quota per invitato non è, però, l’unica soluzione: alcuni baristi propongono di accordarsi sul numero di consumazioni da offrire agli invitati e saranno poi i responsabili del bar a monitorare i bicchieri riempiti. Così facendo, tutti i drink extra al numero pattuito dovranno essere pagati a parte.

14. La location ha un parcheggio o ce ne sono in zone vicine? 

Verifica che ci sia la possibilità di parcheggio, per le auto così come per eventuali bus o navette, nei dintorni della location. Informati anche sui servizi di soccorso in loco o nelle vicinanze. 

Ai proprietari o ai gestori della location chiedi anche se sarà presente personale specializzato all’ingresso, per limitare l’accesso solo a chi è inserito nella lista invitati. 

15. È una location per matrimonio con pernottamento?

Questa domanda è fondamentale se tu e il tuo futuro marito avete intenzione di restare a dormire, per la vostra prima notte di nozze, nella location.

Ci sono coppie, inoltre, che decidono di offrire il pernottamento anche ad alcuni amici con cui prolungare i festeggiamenti fino a notte fonda e, addirittura, l’indomani!


Alcuni posti particolari dove sposarsi…

Nella tua scelta della location per matrimoni e ricevimenti, puoi prendere in considerazione anche alcuni posti particolari in cui è possibile sposarsi. Luoghi insoliti dove, magari, celebrare anche l’unione con rito civile; oppure perfetti se desideri convolare a nozze in un periodo dell’anno diverso dai mesi – per così dire – “comuni”.

Se, ad esempio, il tuo matrimonio sarà con rito civile, perché non pensare a:

  • Matrimonio sulla spiaggia

    Accertati attraverso gli uffici dello Stato Civile del tuo Comune (o quello del luogo in cui ti sposerai) se è possibile celebrare il matrimonio sulla spiaggia. Sì, proprio con i piedi accarezzati dalla sabbia e il mare cristallino a fare da sfondo al vostro “Sì, lo voglio”. È probabile, infatti, che in un’area precisa del litorale che tanto ti piace sia possibile farlo.
  • Matrimonio civile in casa privata

    È una tendenza che comincia a prendere sempre più piede, soprattutto se si dispone di una bella casa in campagna o al mare. E se il tuo numero di invitati è decisamente ridotto!
  • Matrimonio nel bosco

    Organizzare un matrimonio nel bosco ha una carica di magia, che lo rende particolarmente affascinante. Diverse le possibilità in fatto di stile che ti si presentano: romantico, boho chic, nordico, a tutto colore… Insomma, libera la fantasia! 
Nella foto un arco di legno e fiori e le sedie disposti per celebrare un matrimonio con rito civile in un bosco
Nella foto due sposi abbracciati mentre celebrano il loro matrimonio sulla spiaggia

Se, invece, preferisci avere una location per il ricevimento di nozze diversa dal luogo in cui vi sposerete (sia che si tratti di Chiesa che Casa comunale), allora ti suggerisco:

  • Location matrimoni sul mare

    Perché non una struttura con ampi spazi verdi e accesso ad una piccola spiaggia privata? Oppure una costruzione su palafitta. O, ancora, una location con una terrazza panoramica a strapiombo sul mare. Insomma, un luogo in cui si respiri il sapore di sale!
  • Location matrimonio con serra

    Di tutt’altra tipologia è la location matrimonio con serra, perfetta se desideri un ricevimento sì bucolico ma con un piglio assolutamente contemporaneo. Potresti organizzare l’aperitivo di benvenuto per i tuoi ospiti – mentre attendono l’arrivo tuo e di tuo marito –  proprio nella serra, magari durante un giro dello spazio con una guida che racconti loro le piante e i fiori presenti.
  • Location matrimonio invernale

    Una baita in montagna, uno chalet, un castello medievale su un’altura: se la tua sarà una location per matrimonio invernale, l’effetto wow è garantito. Quello che offrirai ai tuoi ospiti sarà uno spettacolo per gli occhi decisamente inedito. Per non parlare, poi, degli allestimenti: i toni del bianco si rincorrono con quelli dell’argento e dell’azzurro; le nuance del rosso intenso vanno a braccetto con il verde. Insomma, potrebbe essere un vero sogno ad occhi aperti.

I 9 tipi di ricevimento matrimonio

L’ultima parte di questo articolo la dedichiamo ai tipi di ricevimento di matrimonio che esistono. Come ormai sai, è fondamentale – prima di procedere alla scelta della location – che tu abbia ben chiaro che aria vuoi si respiri nel giorno delle tue nozze, che tipo di ricevimento dovrà appunto essere. E cioè:

  1. Pranzo o cena placé 
  2. Buffet
  3. Cocktail party o rinfresco
  4. Brunch
  5. Merenda
  6. Aperitivo 
  7. Food station 
  8. Food trucks
  9. Pic nic

Pranzo o cena serviti a tavola

Il ricevimento placé, cioè con pranzo o cena serviti a tavola, è sicuramente il più comune e gettonato, vuoi anche perché è quello della tradizione, tipico dei matrimoni italiani. 

Hai due possibilità per realizzarlo:

  • dall’antipasto al dolce, far servire ai tavoli tutte le portate;
  • mixarlo con la formula buffet, per cui antipasti e dolci sono disposti su lunghi tavoli e gli ospiti si servono da soli; mentre i primi e i secondi vengono serviti dai camerieri al tavolo. 

Buffet

Se sceglierai un ricevimento con servizio buffet, significa che vuoi dare un’impronta informale alla tua festa di matrimonio. In questo caso, infatti, tutte le pietanze – dall’antipasto ai dolci – saranno disposte sui tavoli, magari raggruppati per “isole” (in ogni zona si concentrano i tavoli con tutte le proposte della stessa portata). E gli ospiti dovranno servirsi da soli.

Due appunti: per un perfetto ricevimento di nozze a buffet è necessario prevedere tavoli di appoggio che siano in grado di far accomodare tutti gli invitati (o quasi) e che sia presente il personale di sala per aiutare i commensali a servirsi. L’aspetto più che positivo di un ricevimento buffet è che permette di offrire una grandissima varietà di pietanze.  

Cocktail Party o rinfresco

È una delle tipologie di ricevimento che, negli ultimi anni, riscuote sempre più consenti: il cocktail party è un rinfresco – o aperitivo rinforzato – che permette agli sposi di offrire una buona varietà di cibo e drink, ma lascia tanta libertà di movimento agli ospiti. 

Il clima che si respira è proprio quello dell’aperitivo, quindi della festa più spensierata. Va accompagnato, naturalmente, da una band di tutto rispetto, che faccia ballare tutti!

Brunch

Se la tua è una coppia super smart, se avete organizzato la cerimonia al mattino e la partenza per il giorno dopo il matrimonio, allora perché non pensare ad organizzare un brunch di nozze?

Meglio chiarire che cos’è il brunch: si tratta di una moda che arriva direttamente dall’Inghilterra e che consiste nell’unire la colazione br(eakfast) e il pranzo (l)unch. Il cibo da offrire, dunque, spazia dalle proposte tipiche delle prime ore del mattino a quelle che caratterizzano il secondo pasto della giornata. E, infatti, viene consumato solitamente a metà o tarda mattinata.

Merenda

Questa è una soluzione decisamente innovativa, forse più del brunch. In questo caso, i festeggiamenti con i tuoi ospiti andranno avanti nelle ore pomeridiane e prima di cena “liberi tutti”. Sul fronte cibo da offrire: tanta scelta di piatti dolci e salati, bevande analcoliche di ogni tipo e, soprattutto, grande varietà di piccola pasticceria.

Aperitivo

L’idea di partenza è la stessa del Cocktail Party, ma con la differenza che – nel caso di un “semplice” aperitivo – sarà minore la quantità di cibo offerto e anche il tempo da trascorrere insieme per i festeggiamenti. Insomma, si tratta di un vero e proprio brindisi con gli sposi, con qualche tartina e finger food da assaggiare. 

Food Station 

Puoi chiamare Food Station o… Isole tematiche! Si tratta di una rivisitazione del buffet, ma in chiave gourmet.

In questo caso, infatti, gli ospiti dovranno spostarsi da un’isola culinaria all’altra, scoprendo sapori nuovi lungo un percorso gastronomico che dovrà essere studiato al centimetro. Di solito, le Food Station hanno un filo conduttore che le collega l’una all’altra e che si rivela all’invitato passando, in ordine, da una zona alla seguente.

Nel caso di un ricevimento con Food Station corre l’obbligo di puntare tutto su piatti speciali, per niente dozzinali. E, soprattutto, ricorrere a materie prime di elevata qualità. Il tutto, poi, inserito in un allestimento curato e ricco di dettagli, dove nulla potrà essere lasciato al caso.

Food Truck

I Food Truck sono la versione più informale e hipster delle Food Station. E nel corso degli ultimi due anni sono esplosi come un vero e proprio fenomeno!

Si tratta di camioncini, roulotte e ape car adibiti alla preparazione e distribuzione di cibo, perlopiù street food. Quindi, perché non offrire un ricevimento di matrimonio che diventi un vero e proprio giro d’Italia?

Occhio, però, allo spazio che hai a disposizione: per poter ospitare diversi Food Truck (ognuno con una tipologia di “cibo da strada” diversa, in base alla regione d’appartenenza), lasciando libertà di movimento agli ospiti e posizionando anche i tavoli di appoggio, devi essere certa che la location che hai scelto per le tue nozze abbia uno spazio esterno così grande.

A meno che il tuo non sia un matrimonio intimo, con un ristretto numero di invitati.

In questa foto due sposi e sullo sfondo un food truck vintage per il loro ricevimento di nozze
In questa foto tre camioncini per servire cibo e bevande agli ospiti di un ricevimento nuziale all'aperto
In questa foto un allestimento nuziale all'aperto, con tavoli rotondi per gli ospiti e un food truck giallo per servire il cibo

Wedding Picnic

Tra le idee più originali e nuove rientra, a pieno titolo, anche il Picnic di matrimonio! Si tratta di un banchetto nuziale organizzato in un grande spazio verde: in campagna, sul prato di una location, nel giardino di una casa rurale; cioè che conta è che ci sia il contatto diretto e continuativo con la natura.

Informale è la parola d’ordine, sia per il look di sposi e invitati che per lo svolgimento del ricevimento stesso. Proprio sul fronte allestimenti e offerta del cibo, hai due possibilità:

  • adagia grandi tovaglie sul prato e fai accomodare gli ospiti su di esse;
  • offri come appoggio lunghi tavoli sociali, di legno e dal sapore rustico. 

Via libera a piatti e posate vintage, tovaglie a quadretti bianchi e rossi o bianche ma magari ricamate a mano. E ancora, spazio a proposte culinarie a Km Zero, cioè realizzate con materie prime della zona in cui vi trovate. Gli allestimenti devono puntare sui fiori di campo, il verde e il legno; mentre la torta nuziale sarà una… Naked Cake!

In questa foto un wedding pic nic in stile boho chic, con pallet in legno e tovaglie e decori super colorati
Nella foto un tavolo imperiale basso decorato con fiori e stoviglie colorate, ai suoi lati maxi cuscini di diversi colori e stuoie come sedute per gli ospiti
In questa foto un Wedding Pic Nic tradizionale, con tovaglie sul prato verde all'inglese
In questa foto un lungo tavolo imperiale basso e in legno e ai lati tovaglie e cuscini per far accomodare gli ospiti

SEI IN CERCA DI ISPIRAZIONI? ALLORA, CORRI A GUARDARE LE FOTO CON LE IDEE PER ALLESTIRE LA LOCATION DEL MATRIMONIO!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Wetaly a Catania, un successo tutto italiano per tre maison leader del mercato
Location per matrimonio: tutto quello che devi sapere (e che gli altri non dicono!)